Categories: Economia

Mutuo agevolato per i dipendenti pubblici: i requisiti

L'ente Inps eroga mutui ipotecari destinati ai dipendenti pubblici assunti da almeno un anno

Il mutuo ipotecario erogato dall’ente statale è a tutti gli effetti un finanziamento agevolato che può essere richiesto secondo determinati scopi. Inoltre il servizio è rivolto agli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e quindi a tutti i dipendenti pubblici, con la restrizione che devono essere assunti a tempo indeterminato da almeno un anno.

Quando è possibile richiedere il mutuo agevolato

Il finanziamento può essere richiesto soltanto per i seguenti motivi:

  • per sostenere le spese di acquisto, costruzione o ampliamento della prima e unica casa.
  • per acquistare o costruire un box auto di pertinenza alla prima e unica casa.
  • per sostenere le spese per l’iscrizione e la frequenza di corsi di studio per se stessi o per i familiari che compongono il nucleo del richiedente.
  • per chiudere un mutuo contratto con una banca.
  • per rilevare le quote di altri compropietari in modo da ottenere la titolarità piena dell’abitazione.

Durata e requisiti per l’accesso al finanziamento

La durata dei mutui ha un minimo di 10 anni fino ad un massimo di 30. L’ente calcola la possibile durata richiedibile in base all’età dell’utente. In particolare la somma tra età e durata del finanziamento deve dare risultato inferiore a 80. Fa eccezione il mutuo richesto per motivi di studio che ha durata massima di 15 anni.

Il piano di ammortamento è calcolato in base a rate con tasso di interesse fisso o variabile nel corso della durata del mutuo. L’inps mette a disposizione di coloro che vogliono fare domanda per la cessione del finanziamento un simulatore di calcolo sulla piattaforma digitale dell’ente

L’ente Inps conclude il procedimento di assegnazione del mutuo entro 75 giorni.

I requisiti per fare domanda sono anche di tipo immobilare: nessun componente del nucleo familiare deve possedere altre abitazioni eccetto nei casi:

  • La casa deve essere ereditata per donazione o successione. Non devono gravare sull’abitazione usufrutto o uso da almeno cinque anni
  • ogni familiare non deve avere quote di proprietà di altre case per una quota maggiore del 50%.
  • la perdita di un’abitazione per provvedimenti dopo separazione dal coniuge.
  • Inagibilità di un’abitazione per calamità naturali.

 

 

 

Bianca Nocentini

Recent Posts

Tulipani come una volta: le tecniche di una perfetta coltivazione

Ah, i tulipani! Questi fiori, simbolo di eleganza e rinnovamento primaverile, non smettono mai di…

3 ore ago

Chi giocherà la finale di Champions League? Stadio, favorite, orario

La UEFA Champions League 2023/24 ha decretato le due finaliste della competizione. È tutto pronto…

17 ore ago

Frasi e immagini Buongiorno e Buon Mercoledi: le più belle del 22 Maggio 2024

Ogni giornata inizia con il sole che sorge, offrendoci una tela bianca su cui dipingere…

18 ore ago

Porte blindate: cosa sono le classi di sicurezza e quale scegliere

La scelta di una porta blindata rappresenta sempre un momento delicato per la sicurezza della…

21 ore ago

Campionato italiano: quale squadre rischiano la serie B?

Il campionato italiano di serie A sta per giungere al termine e adesso la domanda…

1 giorno ago

Chi è l’allenatore del Bologna? Ecco tutti i segreti di Thiago Motta

C'è una squadra che nel nostro campionato ha sorpreso tutti, mettendo in campo delle prestazioni…

1 giorno ago