Jannah Theme License is not validated, Go to the theme options page to validate the license, You need a single license for each domain name.
Economia

Bonus bollette 2024: dove mandare l’ISEE

Ecco dove mandare l'ISEE per ricevere il bonus bollette 2024

In Italia tante famiglie vivono situazioni economiche non semplici che le espongono particolarmente alle fluttuazioni del mercato energetico.

Per aiutare questi nuclei famigliari il governo in collaborazione con l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente ha ideato un bonus, utile per pagare la bollette mensili troppo alto.

L’obiettivo prefissato è proprio quello di garantire che queste bollette troppo alte vadano a influire sui risparmi di queste famiglie già in difficoltà.

Dove mandare l’ISEE per il bonus bollette 2024?

Ma quindi dove si deve mandare l’ISEE peri il bonus bollette 2024? Ecco come funziona a partire dal 1° gennaio 2021, secondo il decreto-legge del 26 ottobre 2019 n. 124, convertito con modifiche dalla legge del 19 dicembre 2019 n. 157:

Presentando ogni anno la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) presso enti come il Comune, il CAF o l’INPS, puoi attestare la tua situazione reddituale, meglio noto come ISEE, e ottenere così il bonus per disagio economico di cui hai bisogno.

La DSU è utilizzata anche per accedere a prestazioni sociali agevolate come ad esempio la mensa scolastica, l’assegno di maternità, e il bonus bebè e molto altro ancora.

Presentando la DSU, automaticamente si può ottenere l’accesso al bonus per disagio economico, qualora si soddisfino le condizioni necessarie. Nel prossimo paragrafo vediamo quali sono i requisiti per ottenere il bonus.

Quali sono i requisiti per ottenere il bonus bollette 2024?

Il bonus bollette 2024 ovviamente non è aperto a tutti, ma bisogna rispettare alcuni requisiti fondamentali. Queste barriere servono a rendere il bonus utile soprattutto per le famiglie che ne hanno davvero bisogno e non semplicemente a chi non vuole pagare bollette troppo alte.

Per ottenere il bonus per disagio economico, devi soddisfare i seguenti requisiti:

  1. Almeno un membro del tuo nucleo familiare deve essere intestatario di un contratto di fornitura elettrica attiva, anche se sospeso temporaneamente per morosità. Questo contratto deve avere una tariffa per usi domestici e essere destinato a locali utilizzati come abitazioni familiari.
  2. Inoltre, devi appartenere a una delle seguenti categorie: famiglia con ISEE non superiore a 9.530 euro o famiglia con almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa), con ISEE non superiore ai 20.000 euro.
Mostra di più

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.