Quanto guadagna un commercialista?

Quella del commercialista è una delle professioni più ambite nel nostro Paese, anche se non è un segreto che per diventare commercialista serve un lungo periodo di formazione. Il commercialista deve infatti essere continuamente aggiornato sulle novità in materia economica per poter aiutare al meglio i clienti a gestire i propri risparmi. La consulenza del dottore commercialista è fondamentale per le aziende che necessitano di un supporto nelle questioni fiscali e finanziarie, che non possono essere gestite totalmente in autonomia. Ma vediamo nel dettaglio quanto guadagna un commercialista e di cosa si occupa questa figura.

Guadagno commercialista: il tariffario

Partendo dal fatto che come per molte professioni l’esperienza incide profondamente sullo stipendio, possiamo dire con certezza che dati i numerosi competitor, l’esperto guadagna molto meno rispetto a qualche tempo fa. Oggi i dati ufficiali ci dicono che i commercialisti in Italia sono circa 120mila, un numero che ci fa capire quanto sia competitiva questa professione. Lo stipendio medio commercialista si aggira oggi intorno ai 33mila euro l’anno.

Anche l’area geografica in cui lavora il professionista incide notevolmente sui suoi guadagni. Il costo cambia infatti a seconda che lavori al Nord o al Sud Italia, dove si registrano stipendi più bassi e una minore concentrazione di commercialisti. Anche il genere e l’età influiscono: le donne e i giovani percepiscono un salario più basso rispetto ai colleghi uomini, come spesso avviene per molte professioni.

Stipendio commercialista: dipendente e libero professionista

Fare il commercialista oggi è sicuramente una buona idea per avere un lavoro sicuro, anche se la remunerazione varia anche in base al tipo di contratto. Di solito, infatti, l’esperto lavora in uno studio associato oppure in uno studio privato come libero professionista. Lo stipendio libero professionista si aggira intorno ai 6.000 euro mensili netti, che possono aumentare in base agli anni di esperienza.

Per chi lavora presso uno studio associato, la retribuzione è inferiore. Lo stipendio di un commercialista dipendente parte dai 1.200 euro mensili per i junior fino ad arrivare ad un netto di 2.200 euro al mese per chi è più navigato. Il reddito commercialisti è quindi nettamente più alto rispetto ad altre professioni, soprattutto perchè è una professione molto richiesta. Ma quali servizi offre il commercialista?

Di cosa si occupa

Il commercialista è una figura indispensabile per chi ha bisogno di un aiuto nel gestire la contabilità di un impresa o per coloro che effettuano la dichiarazione dei redditi. Molte persone si rivolgono a questo professionista proprio per gestire meglio l’impatto fiscale e non rischiare di pagare più del dovuto. Infatti, oltre alle attività di routine, offre consulenze alle imprese e a tutti i clienti che hanno bisogno di comprendere come funzionano le operazioni finanziarie più rilevanti. Di conseguenza, il commercialista Italia può guadagnare cifre piuttosto alte, ma sempre inferiori rispetto ai colleghi in Svizzera che arrivano a percepire anche uno stipendio netto di 5.000 euro al mese. Se ti chiederai quindi quanto guadagna commercialista, saprai che la risposta dipende dalla sua esperienza e da dove lavora, ma soprattutto dalla clientela di riferimento.

x

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here