Jannah Theme License is not validated, Go to the theme options page to validate the license, You need a single license for each domain name.
Lifestyle

Oggi 2 novembre è la commemorazione defunti: frasi e immagini da inviare

La festa del 2 novembre, secondo il calendario liturgico della chiesa cattolica, è il giorno della cosiddetta festa dei morti, ossia una giornata dedicata alla commemorazione dei defunti.

La religione cristiana crede e promette la vita eterna, dopo la morte terrena, cioè la resurrezione dell’anima, come Cristo in Spirito, per godere della pace divina in Paradiso al cospetto di Dio.

In quest’ ottica il giorno dei morti assume un’importanza assoluta, oltre a rappresentare un significativo legame tra i vivi e i morti. Commemorare i propri cari defunti è un atto che consola chi resta senza un affetto e serve ai morti per arrivare più velocemente in Paradiso. La preghiera, infatti, invoca un riposo in pace dinanzi alla Luce divina. Questa avviene specificatamente il 2 novembre per tutti i defunti, ma la Chiesa riserva un momento commemorativo in ogni messa, a testimonianza dell’importanza del ricordo dei defunti.

Commemorazione dei defunti duenovembre
Commemorazione dei defunti due novembre

Festa 2 novembre: origini della commemorazione dei defunti

 Le origini di questa ricorrenza risalgono al IX secolo. Un monaco benedettino, sant’Odilone di Cluny molto devoto alle anime del Purgatorio, ha nel 928 d.c., l’idea di assumere una data ben precisa per ricordare tutti insieme i defunti, anche quelli senza suffragio.

Tale decisione fu sollecitata da un avvenimento sconcertante che alcune leggende narrano. Pare che un suo confratello di ritorno dalla Terra Santa gli raccontò di aver incontrato in Sicilia un’eremita che udiva le urla strazianti delle anime del Purgatorio provenire da una grotta insieme a quelle dei demoni che imprecavano contro Odilone. All’udire questo racconto, l’abate chiese a tutti i monaci del convento di pregare il 2 novembre di ogni anno per tutti i defunti.

La pratica di questa preghiera seguì la consuetudine che già sant’Agostino aveva di pregare per i morti anche al di fuori dell’anniversario della loro morte. Questo perché si vuole testimoniare che l’amore della Chiesa per i suoi figli, vince anche la morte. Si prega per i vivi, ma anche per i morti, per coloro che ci hanno preceduto nella fede.

Usanze e tradizioni

In Italia questa data rappresenta un momento importante per i cristiani e in tutto lo Stivale le tradizioni dei riti, delle celebrazioni e delle usanze sono diverse e molto particolari. Tralasciando il racconto popolare delle tradizioni, usi e costumi. Il comune denominatore in tuto il mondo, non solo in Italia, è la visita nei cimiteri della tomba dei defunti e la messa in loro suffragio. In ogni luogo i credenti portano fiori e preghiere sulla dimora eterna dei propri cari e affidano loro preoccupazioni e sofferenze, in un dialogo spirituale consolatorio.

2 novembre, frasi e immagini per ricordare i nostri cari

“So di non essere sola, so che mi guardi e mi proteggi. Guidami come fossi ancora qui perché a volte il vuoto che hai lasciato in terra è troppo grande.”

“La vostra vita è stata luce. Si è spenta qui sulla terra, ma ora brilla lassù nei cieli. Oggi, commemorazione dei defunti, accendiamo una candela e portiamo un fiore sulla vostra tomba per sentirvi più vicini.”

“Ogni volta he alziamo lo sguardo al cielo ricordiamoci dei nostri cari defunti passati alle braccia di Cristo.”

Commemorazione dei defunti 2 novembre
Commemorazione dei defunti 2 novembre

“Se potessi ogni tanto affacciarmi a quella porta lassù e abbracciarti forse non avrei tanta paura in quei giorni duri che non mi hai potuto insegnare a vivere. Ci sono occasioni però che il vento mi accarezza di più ed è quando mi fermo e ti prego.”

commemorazione defunti
commemorazione defunti
Mostra di più

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.