Se c’è una cosa che i più popolari cooking show ci hanno insegnato è che mangiare può essere una vera e propria esperienza sensoriale se si ha il palato giusto per comprendere e distinguere i sapori. Ormai siamo tutti in grado di utilizzare termini come “sapidità”, “croccantezza” o “acidità”, ma la verità è che nella maggior parte dei casi ci limitiamo a trovare buoni i cibi i cui sapori ci sembrano familiari. Per sviluppare un palato più raffinato, infatti, occorre assaggiare, provare nuovi sapori e contrasti a cui non siamo abituati.

Ma non basta questo, dal momento che il palato, come un normale muscolo del corpo, necessita di essere allenato continuamente e così anche le papille gustative devono avere modo di essere stimolate. Ci rendiamo conto che tutto ciò sembra molto difficile, e per questo abbiamo preparato per te, prendendo spunto dai consigli dei più grandi esperti culinari, una pratica lista di 3 consigli che ti permetteranno immediatamente di sviluppare il tuo palato e di comprendere quali effetti hanno le differenti pietanze sulle tue papille gustative.

Prova nuove combinazioni e contrasti

Per quanto possa sembrare banale, il primo passo per sviluppare un palato raffinato è quello di “ascoltare” i propri sensi. I critici enogastronomici e i sommelier sono abituati ad assaggiare cibi nuovi e riuscire a comunicare immediatamente l’esperienza gustativa che vivono, come se palato e cervello fossero in armonia e in comunicazione diretta.
Come dicevamo, per ascoltare i propri sensi occorre provare nuovi sapori e farlo, soprattutto, in maniera proattiva.

Cerca una nuova ricetta su siti specializzati come www.foodiez.co.it, oppure immagina quale potrebbe essere un accostamento particolare e sperimenta. Potresti aggiungere dello zenzero al caffè che prendi ogni giorno, o magari arricchire il tuo petto di pollo alla piastra con spezie particolari. Tutto va bene, purché quando assaggi la pietanza tu sia in grado di realizzare in maniera attenta tutte le percezioni che sperimenti, prendendo nota dell’impatto che hanno avuto i nuovi sapori a contatto con le tue papille.

Elimina il cibo spazzatura

Non tutti sanno che gli snack, le merendine confezionate, i superalcolici e le bevande gassate diminuiscono di molto il nostro senso del gusto. Per quanto irresistibile, il cibo spazzatura peggiora sensibilmente la nostra capacità di percepire i sapori, motivo per cui se avete intenzione di ripristinare la qualità del vostro palato è assolutamente necessario eliminare ogni tipo di cibo che abbia subito una lavorazione industriale.

Annota le esperienze legate ai tuoi pasti

Se assumi cibi confezionati in grandi quantità, il nostro consiglio è quello di provare a ridurre il consumo per almeno una settimana. Dopo questo periodo di tempo riuscirai a percepire i gusti (e anche gli odori) in maniera assolutamente diversa e, siamo certi, già questo ti farà preferire una buona mela a qualunque merendina da supermercato.
Annota le esperienze legate ai tuoi pasti

Se sei a tavola e stai mangiando una pasta alla carbonara, potresti voler annotare tutto ciò che ti viene in mente su un blocchetto per gli appunti. Questo è un modo molto semplice per allenare la capacità comunicativa e percettiva del palato.
Potresti, ad esempio, notare che il sapore del pecorino esploda più sulla punta della lingua che sul dorso, oppure potresti avvertire una grumosità nell’uovo. Proprio come fossi un sommelier!

Insomma, tutto ciò che ti viene in mente riguardo alla tua esperienza è degno di essere fissato su un pezzo di carta. Si tratta di un esercizio più utile di quel che possa pensare, e ti renderai conto di quanto, con il tempo non siamo più abituati a fare caso ai sapori che avvertiamo quando mangiamo.

Conosci il tuo gusto

 

Questi erano i nostri consigli per cominciare a sviluppare un palato raffinato. Allenare il proprio gusto richiede tanta costanza e allenamento, ma ti garantiamo che mangiare consapevolmente e riuscire a distinguere tutte le sfumature, gli odori e le punte di acidità non ha alcun prezzo.

x

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here