Evan Peters è il protagonista della nuova serie tv in onda su Netflix intitolata Dahmer – Monster: The Jeffrey Dahmer Story, che racconta di uno dei serial killer più famosi d’America.

L’assassino protagonista della serie Netflix è Jeffrey Dahmer, un personaggio che negli anni si è guadagnato l’appellativo di “mostro di Milwakee“. Il killer, nel corso della sua vita è stato colpevole di diversi omicidi e accusato di cannibalismo e necrofilia. Per le particolarità con cui ha posto fine all’esistenza delle sue vittime, Dahmer è ricordato come uno dei peggior assassini della storia. Evan Peters è l’attore scelto per interpretare il ruolo dell’assassino, ecco chi è e la sua vita sentimentale.

Biografia

Evan Peters, nato nel 1987 in Missouri, viene baciato dalla fortuna sin da piccolissimo. Nel 2004 infatti viene scelto come protagonista del film “Clipping Adam”, mentre qualche anno dopo inizia a prendere parte di numerose serie tv tra cui Sleepover, una teen-comedy di cui sarà un personaggio marginale. Dopo aver lavorato per Disney Channel raggiunge il massimo successo con Kick Ass nel 2010, ruolo che gli permetterà poi di essere ingaggiato per American Horror Story, serie dove interpreterà un ragazzo psicopatico. Nel 2016, Peters sarà al cinema con i due cinecomic, X-Men dove vestirà i panni del mutante Quicksilver. Comparso anche nel celebre episodio “Il Nepotismo” di The Office, lo conosciamo oggi per la strabiliante interpretazione di Jeffrey Dahmer, un assassino dell’Wisconsin.

Vita Sentimentale

Il bell’attore è felicemente fidanzato con Emma Roberts, conosciuta sul set di American Horror Story. I due, fidanzati dal 2012 volevano sposarsi, ma il matrimonio non è andato a buon fine. Dopo una breve crisi avvenuta nel 2015, la coppia è ancora oggi affiatata come possiamo vedere sul profilo Instagram dell’attore.

Dahmer, la serie

Evan Peters è il protagonista della nuova serie Netflix su Jeffrey Dahmer, un omicida nato il 21 maggio 1960 nel Wisconsin. Dopo la separazione dei genitori, Jeffrey uccide un giovane autostoppista di 19 anni dopo aver consumato con lui un rapporto sessuale. Da quel giorno la sua vita si macchia di numerosi omicidi, per un totale di 17 vittime, ognuna di loro di sesso maschile e giovanissima. A 34 anni, Jeffrey fu sottoposto a processo e portato in carcere dove morì tre anni dopo ucciso da un carcerato con un colpo di manubrio.

x