Sono queste le parole di Putin durante una cerimonia dove ha firmato i trattati di annessione.

Tutto è pronto per ufficializzare l’annessione di Donetsk, Lugansk, Kherson e Zaporizhzhia, le regioni ucraine che saranno considerate russe a tutti gli effetti. Per l’occasione è stata organizzata una cerimonia dove hanno partecipato anche gli altri leader filo-russi.

Putin: “Useremo la forza”

Mosca e Kiev sono in trattative per porre fine alla logorante guerra in Ucraina, e il leader del Cremlino ribadisce che i nuovi territori annessi saranno per sempre russi. Gli abitanti di Donetsk, Lugansk, Kherson e Zaporizhzhia hanno partecipato al Referendum, dove quasi il 90% degli elettori si è detto favorevole a sostenere l’annessione alla Russia. Alla fine della cerimonia Vladimir Putin si è conquistato una standing ovation dopo il discorso di chiusura. Il leader ha ribadito più volte che l’amore per la Russia sarà sempre indistruttibile e ha chiesto un minuto di silenzio per ricordare i combattenti russi in Ucraina, definiti dal presidente come “vittime delle azioni terroristiche di Kiev“. “Il popolo ha fatto una scelta netta” ha ribadito Putin prima della firma dei trattati. Non sono mancati i riferimenti all’Occidente, definito come un inganno vero e proprio e dai doppi standard, al quale la Russia non ha alcuna intenzione di piegarsi.

x

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here