cingolani

Il nome di Roberto Cingolani si è fatto conoscere dalla maggior parte degli Italiani quando, il 3 febbraio del 2021 l’uomo è diventato Ministro della transizione ecologica nel governo Draghi. Intanto si sono chiesti allora chi è Roberto Cingolani? Il ministro è nato a Milano il 23 dicembre 1961, figlio del fisico Aldo Cingolani. Essendo il padre professore ordinario di fisica all’Università di Bari, Cingolani ha trascorso la sua infanzia nel capoluogo pugliese. Si è poi laureati in fisica, nel 1985, proprio all’università degli Studi di Bari “Aldo Moro”.

Successivamente alla laurea, seguono una serie di esperienze lavorative e di studio sempre in ambito scientifico. Nell’88, infatti, ha conseguito il dottorato, sempre a Bari, mentre, nel 90, ha studiato alla Scuola Normale Superiore di Pisa. Cingolani fa parte di un partito politico indipendente, ma è stato per anni in stretto rapporto con Matteo Renzi. Nel 2019, infatti, ha partecipato alla convention di Italia Viva.

 

Roberto Cingolani: curriculum, biografia ed esperienze in politica

 

Nel 2018 c’era però stato un piccolo avvicinamento al Movimento 5 stelle. Cingolani, infatti, aveva partecipato all’evento di Davide Casaleggio memoria del padre Gianroberto. Quest’ultimo, scomparso nel 2016, aveva contribuito a fondare il M5S insieme a Beppe Grillo e lo stesso Cingolani lo definisce un “visionario”. La nomina di Roberto Cingolani a Ministro della transizione ecologica è stata accolta positivamente da Italia Viva e Partito Democratico. Qualche critica è invece stata mossa da alcuni membri dei 5 stelle. A mitigare gli animi è stato Vito Crimi, che ha ricordato che il nome del fisico è stato fatto a Mario Draghi proprio da Beppe Grillo. Il ministro è un seguace del modello di “economia circolare” e pensa che sia attuabile grazie alla tecnologia, alla robotica e all’intelligenza artificiale.

La visione politica di Cingolani si deve anche alle sue numerose esperienze dopo gli studi universitari. Dal 1988 al 1991 è stato in Germania presso la Società Max Planck e ha avuto modo di lavorare con il premio Nobel per la fisica Klaus von Klitzing. Nella restante parte degli anni ’90 è stato invece ricercatore e professore associato dell’Università del Salento. Non è mancata nemmeno un’esperienza in Giappone, dove, tra il 1997 e il 2000, ha insegnato presso l’università di Tokyo.

 

Vita privata e figli

 

A inizio 2000 Cingolani si è occupato di alcune perizie per la Procura di Roma. Tra queste Possiamo anche includere il caso di Marta Russo, la giovane studentessa di giurisprudenza uccisa il 9 maggio del 1997 proprio nel cortile della Sapienza di Roma. Per quanto riguarda la vita privata di Roberto Cingolani è convolato a nozze due volte e ha tre figli (uno di loro si chiama Aldo, come suo padre).

La prima volta ha preso in moglie la fisica Rosaria Rinaldi, mentre la seconda la fisica di origini greche Athanassia “Nassia” Athanassiou. Oltre alla politica, della quale ne apprezza anche i romanzi (come quelli di Jo Nesbø e Gianrico Carofiglio), è anche un appassionato di sport (ciclismo e motociclismo principalmente) e di musica.

x
Previous articleMassaggiatore professionista? Ecco come iniziare
Next articleQuando esce Outer Banks 4: su Netflix, in Italia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here