adv gov concorsi 2022

 

Sono tanti i concorsi che lo Stato Italiano ha indetto alla ricerca di personale qualificato. Uno dei più importanti è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana del 30 agosto: la sezione è Adm Gov concorsi 2022, ovvero il Concorso indetto dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli del Governo. Il bando si rivolge a diversi candidati, sia diplomati, sia laureati.

I posti disponibili sono 980: 340 posti sono di III area F1 (cioè si cercano laureati). Gli altri 640 posti sono di II area F3 (sono rivolti ai diplomati). Con questo articolo cercheremo di dare le informazioni utili per partecipare al concorso, vale a dire quali sono i requisiti richiesti, come candidarsi, quali sono le prove d’esame previste dai bandi.

Adm Gov concorsi 2022, requisiti del concorso

Come per molti concorsi pubblici, anche per il concorso 2022 ADM Gov è richiesto che i candidati abbiano la cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione europea; abbiano idoneità fisica all’impiego; godano dei diritti civili e politici e di conseguenza non siano stati esclusi dall’elettorato politico attivo in seguito a qualche condanna.

Pii non devono avere esperienze negative passate con la Pubblica Amministrazine, come essere stati destituiti, dispensati o licenziati dall’impiego per persistente insufficiente rendimento o per aver presentato documenti falsi.

Per i candidati di sesso maschile è richiesta, inoltre, posizione regolare nei confronti del servizio di leva, secondo la normativa applicabile. Relativamente al grado di istruzione, le richieste sono diverse in base ai profili. I  candidati in II Area F3 devono documentare di aver conseguito il diploma di scuola secondaria di secondo grado. Per i profili di III Area F1 invece è necessaria la laurea, almeno triennale, con corso di studi specifico per ciascun profilo professionale per cui si concorre.

Agenzia Dogane concorsi 2022, invio domande e prove

Le domande di partecipazione, sempre secondo quanto previsto dal concorso, dovranno essere redatte esclusivamente in forma telematica. Si deve accere alla piattaforma Concorsi Smart cui si accede tramite il sistema di riconoscimento SPID. Le domande di ammissione, complete di tutti i documenti richiesti, dovranno arrivare entro e non oltre le ore 18 del giorno 29 settembre 2022.

Per la partecipazione al concorso, inoltre, il candidato dovrà versare una quota pari a 10 euro per le spese di segreteria e di amministrazione, anche queste pagabili online. La procedura di selezione prevede diverse prove, cominciando dalla prova preselettiva, unica per tutti i codici di concorso. Si svolgerà in giorni diversi, anche non consecutivi e consisterà in un test, da risolvere in 50 minuti. Il test è composto da 50 quesiti a risposta multipla, con tre opzioni di risposta, di cui una sola esatta.

In particolare, 18 domande riguarderanno logica deduttiva e capacità di ragionamento, 12 concerneranno il diritto penale e la polizia giudiziaria, 15 saranno di lingua inglese e cinque di office automation. Le comunicazioni relative alle date e alle sedi di svolgimento della prova saranno rese note tramite avviso il 12 ottobre 2022. Chi supererà le prove selettive dovrà poi affrontare una prova scritta composta da due quesiti a risposta aperta e dieci domande a risposta multipla. I “superstiti” avranno la prova orale finale. Si tratta di un colloquio mirato, volto ad accertare la preparazione del candidato e la sua attitudine all’espletamento delle funzioni previste.

x
Previous articleNovità e Tecnologia, cosa possiamo aspettarci dai casinò nei prossimi anni
Next articleBonus abbonamento trasporti 2022: requisiti, come funziona, chi ne ha diritto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here