deliveroo

Oggi, a Milano, si stima che offrano i loro servizi più di 8.000 rider per cibo a domicilio, quota che è aumentata soprattutto con l’arrivo della pandemia di COVID-19 nel 2020 e i lockdown che hanno fatto aumentare la richiesta del cibo portato direttamente a casa. Una delle principali piattaforme che ha visto allargarsi questo business ulteriormente è Deliveroo, azienda inglese fondata nel 2013.

I rider possono percepire i compensi frutto del loro lavoro mediante ritenuta d’acconto o partita IVA. Si stima che un rider non guadagni molto più di 800 euro al mese se lavora a tempo pieno, e 350 euro se lo fa saltuariamente, secondo ciò che è stato stabilito per il CCNL 2022.

A Milano, un rider che presta i suoi servizi per Deliveroo percepisce 11 euro lordi all’ora come media, e se in quell’ora non effettua delle consegne che superano quella cifra, il totale mancante viene assicurato dalle piattaforme. Secondo il CCNL 2022, i rider possono percepire un 10% in più se prestano i loro servizi nei giorni festivi e durante la notte. Se calcoliamo quanto potrebbe percepire un lavoratore in una normale giornata di consegne di 8 ore, a 11 euro l’ora, il netto percepito tasse incluse arriverebbe all’incirca a 60 euro.

Deliveroo a Milano: contratto e tutele

A novembre 2020 è entrato in vigore il CCNL Rider, il primo contratto collettivo in Europa a tutelare la categoria dei rider consegne cibo a domicilio. Categoria, questa, che solo in Italia impiega più di 60.000 persone. Questo contratto è stato firmato tra AssoDelivery, associazione composta da rappresentanti del food delivery in Italia, e il sindacato UGL (Unione Generale del Lavoro).

Il contratto introduce più tutele e diritti alla categoria dei lavoratori autonomi dei rider. La prima misura adottata è stata quella di stabilire un compenso minimo, e di fornire ai lavoratori di strumenti per migliorare le loro condizioni di sicurezza. Sarà obbligatoria la copertura assicurativa in caso di incidenti o infortuni (INAIL) anche per danni a terzi.

Il rider verrà formato specificamente per svolgere il meglio possibile il suo lavoro, e con premialità in caso del raggiungimento di un certo numero di consegne (600 euro ogni 2000 consegne). Il contratto mantiene l’autonomia con la quale lavorano i rider, potendo scegliere quando lavorare e anche di poter lavorare saltuariamente come secondo lavoro.

Verso il lavoro dipendente dei rider

La Commissione europea aveva realizzato lo scorso novembre una proposta per inquadrare tutti i lavoratori della categoria rider (che in Europa si stima siano 28 milioni, offrendo i loro servizi a 500 piattaforme) come lavoratori dipendenti al raggiungimento di due tra cinque requisiti. Tali requisiti sono:

  • L’esistenza di una vigilanza sul lavoro attraverso qualsiasi dispositivo.
  • L’esistenza di un tetto dello stipendio.
  • Restrizione all’orario di lavoro o ferie.
  • L’esistenza di qualsiasi forma di esclusività.
  • L’esistenza di qualsiasi regola di carattere obbligatorio e vincolante da rispettare.

Una volta che si verificano due di queste cinque circostanze, il lavoratore ha diritto ad essere considerato come dipendente. Questa forma di lavoro dipendente già esisteva in nazioni come la Spagna. La quale attraverso la piattaforma Just Eat app consegna a domicilio, offre ai rider la possibilità di essere assunti dalla la piattaforma.

Non tutti erano d’accordo con questa iniziativa da introdurre in Italia. Ad ogni modo, tale contratto non supererebbe le 15/20 ore a settimana, concentrate sulle fasce orarie di pranzo e cena. Anche i compensi calerebbero ulteriormente. Dai 7 euro attuali in media, ai 5-6 euro all’ora che percepiscono i colleghi spagnoli contrattualizzati da Just Eat app consegne a domicilio. Da fine novembre 2021 anche i lavoratori italiani vengono assunti da Just Eat ed inquadrati nel CCNL Logistica.

x
Previous articleQuanto costa devitalizzare un dente? Con la mutua, in Croazia
Next articleQuando inizia la scuola in Abruzzo? Calendario 2022/2023, bonus e tutte le info

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here