Quando si tratta ti condizionatori sul mercato troviamo diversi dispositivi in particolare incontriamo i condizionatori inverter e i condizionatori on-off, scopriamone funzionamento e differenze.

Quando siamo alla ricerca di un dispositivo per raffreddare, ed eventualmente anche riscaldare, i nostri ambienti veniamo messi davanti alla scelta di vari prodotti. I più importanti e utilizzati li possiamo dividere in due categorie identificandoli in condizionatori tradizionali, chiamati condizionatori on-off, e in condizionatori inverter. Questi due prodotti sebbene svolgano la stessa funzionalità hanno delle caratteristiche diverse, quindi andiamo a scoprirli per capire qual è il prodotto migliore da acquistare.

Che cos’è un condizionatore on-off

Il condizionatore on-off è anche conosciuto come il condizionatore tradizionale è un dispositivo che viene montato negli ambienti per scaldarli o freddarli. Dispongono di una tecnologia molto semplice e per questo molto economica. Hanno un consumo di energia elettrica piuttosto elevato e la sua particolarità è quella che come acceso raggiunge immediatamente la massima potenza, rimane a tale potenza fino a che il locale o l’ambiente in cui si trova non raggiunge la temperatura impostata e perciò desiderata. A questo punto il dispositivo si ferma per poi ripartire quando la temperatura varia nuovamente all’interno del locale per riportarla ai gradi desiderati. Sono dotati di telecomando grazie al quale possiamo impostare la temperatura che vogliamo.

I climatizzatori inverter cosa sono?

Anche i climatizzatori inverter sono dispositivi che vengono impiegati per raffreddare o riscaldare gli ambienti. Questi climatizzatori dispongono di una tecnologia modulante, ossia il climatizzatore parte alla massima potenza per poi andare a diminuirla una volta raggiunto un valore di temperatura vicino a quella impostata. A questo punto il condizionatore va ad utilizzare una potenza minima che gli permette di continuare a funzionare per raggiungere la temperatura impostata e mantenerla costante nel tempo, quindi non si ferma mai fino a che non lo spegniamo con il telecomando. Gli inverter sono sicuramente dei dispositivi più costosi perché montano una tecnologia più elaborata ma hanno un consumo elettrico minore. Anche loro dispongono di un telecomando.Se devi acquistare un climatizzatore ma non sai quale scegliere ti consigliamo di consultare la guida acquisto migliori condizionatori inverter redatta da consigliopro.it.

Differenze tra i due condizionatori

Come già hai potuto leggere dalla descrizione dei due modelli vi sono delle chiare differenze, non solo nella tecnologia ma anche nel funzionamento. Vediamole meglio nel dettaglio:

  • Consumi di energia elettrica risultano essere meno con l’utilizzo dei condizionatori inverter, dal momento che il dispositivo è in grado di regolare la velocità di rotazione continuamente adattandosi alle condizioni. Nei modelli di condizionatori on-off i consumi sono maggiori perché il compressore lavora da subito e per tutto il tempo al massimo della sua potenza, il ciclo si ripete fino a che non spegniamo manualmente il dispositivo.
  • Il condizionatore inverter permette di avere una temperatura degli ambienti sempre costante, al contrario del condizionatore tradizionale dove la temperatura sale e scende continuamente.
  • Rumorosità del dispositivo. L’inverter risulta essere più silenzioso perché lavora per la maggior parte del tempo ad una potenza minima e quindi diventa meno rumoroso. Al contrario il condizionatore on-off lavorando sempre al massimo della sua potenza genera sempre la stessa quantità di rumore.
  • Costi, i condizionatori inverter risultano essere più costosi rispetto a quelli tradizionali.

Quanto costano i condizionatori inverter?

I condizionatori inverter sono sicuramente i più costosi sul mercato, dobbiamo però fare una precisazione importante prima di parlare dei costi specifici.

Indipendentemente dal tipo di modello a cui vogliamo puntare, quindi il discorso vale sia per gli on-off che per gli inverter, possiamo trovare prodotti commerciali e prodotti di alta qualità. Un buon condizionatore sia tradizionale che inverter può costare anche più di mille euro, ci sono brand che vendono i loro dispositivi anche a più di 1500 euro, ovviamente parliamo di prodotti di elevata qualità, che hanno una durata molto importante negli anni, e sono sicuramente i migliori.

Andiamo però a vedere in questo paragrafo il costo dei prodotti commerciali ossia quelli che troviamo anche nei centri commerciali e nei negozi di elettronica, che risultano essere i più acquistati al giorno d’oggi. Per quanto riguarda i modelli inverter ci possiamo imbattere in prezzi che si aggirano circa sulle 500 euro e ci permettono di acquistare un prodotto buono e che svolge il suo lavoro. Grazie alle offerte periodiche possiamo trovarli anche a meno.

Quanto costano i condizionatori tradizionali?

I condizionatori tradizionali sono invece i più economici in cui ti imbatterai. Anche in questo caso parliamo di prodotti commerciali che possiamo acquistare anche sotto le 300 euro, con le offerte poi possiamo acquistarli anche a meno.

Come valutare la potenza del motore?

La potenza del motore è fondamentale per stabilire se è il prodotto giusto da acquistare per le tue esigenze. Di fatti più sarà importante la potenza del tuo motore più sarà in grado di operare su superfici grandi. Ma per poter utilizzare un condizionatore di elevata potenza devi disporre di un impianto elettrico di ultima generazione, quelli di vecchia generazione potrebbero non sopportare la potenza e quindi potresti imbatterti in un salto della corrente o nei casi più gravi in un black out dovuto ad un guasto all’impianto. Quindi, prima dell’acquisto, è bene valutare questi due fattori:

  • Impianto elettrico in casa
  • Grandezza dell’ambiente che dobbiamo coprire

Sulla base di questi due fattori sceglieremo la potenza BTU più idonea a noi.

Classificazione dei condizionatori

Anche in questo caso indipendentemente dal tipo di prodotto che andiamo ad acquistare dobbiamo confrontarci con la classificazione energetica del prodotto. La possiamo leggere sull’apposita etichetta. La migliore è sicuramente la A+++.

Opzioni aggiuntive da considerare?

Un importante opzione aggiuntiva che possiamo considerare è quella di scegliere un prodotto con Wi-Fi integrato in modo da poter sfruttare tante funzionalità aggiuntive. Ad esempio installare l’app di cui è dotato e accenderlo prima che rientriamo in casa, così da trovare una casa accogliente al nostro arrivo.

Quale prodotto acquistare?

È bene acquistare un prodotto come un condizionatore on-off quando non abbiamo necessità particolari e vogliamo un prodotto da utilizzare poche ore al giorno. Al contrario se abbiamo intenzione di acquistare un prodotto da utilizzare per molte ore al giorno allora la scelta migliore è sicuramente il condizionatore inverter, che risulta essere più dispendioso inizialmente ma più economico nel tempo, con un minor impatto sulla bolletta elettrica. Inoltre risulta essere più agevole, funzionale, pratico e resistente.

 

 

x