Addio a Vangelis, compositore di

Purtroppo ieri il leggendario musicista, compositore delle colonne sonore di Chariots of Fire Momenti di Gloria e Blade Runner, il brillante Vangelis, è morto all’età di 79 anni. Ci ha dato della musica straordinaria. Addio al maestro greco!

Questo viene scritto nel comunicato stampa dei suoi rappresentanti, che hanno detto che è morto in ospedale in Francia, dove era in cura.

Il compositore greco ha scalato le classifiche statunitensi e ha persino vinto un Oscar con l’edificante tema per pianoforte di Momenti di Gloria.

Vangelis, compositore: chi era, biografia

Nato Evángelos Odysséas Papathanassíou nel 1943, Vangelis ha vinto un Oscar per la sua colonna sonora di Chariots of Fire nel 1981. Il suo edificante motivo per pianoforte divenne famoso in tutto il mondo e raggiunse il numero 1 nelle classifiche statunitensi, così come l’album della colonna sonora di accompagnamento.

Per lo più autodidatta nella musica, Vangelis è cresciuto ad Atene e ha formato la sua prima band nel 1963, chiamata Forminx, suonando la musica pop dell’epoca: uptempo rock’n’roll, ballate travolgenti e cover dei Beatles, con Vangelis che forniva linee d’organo.

Si separarono nel 1966 e Vangelis divenne scrittore e produttore “a noleggio”, lavorando per altri musicisti e contribuendo con colonne sonore per film greci. Due anni dopo, si recò a Parigi per promuovere la sua carriera, dove formò il quartetto prog rock Aphrodite’s Child con espatriati greci, tra cui Demis Roussos.

Il loro singolo Rain and Tears è stato un successo in tutta Europa, in cima alle classifiche francesi, belghe e italiane e raggiungendo la Top 30 del Regno Unito.

vangelis	4.400	n/a	 79 vangelis moras	880	n/a	 62 vangelis conquest of paradise	390	n/a	 65 vangelis chariots of fire	390	n/a	 70 vangelis blade runner	260	n/a	 68 vangelis youtube	210	n/a	 71 vangelis hymne	140	n/a	 55 vangelis rosetta	140	€ 0,15	 51 vangelis missing	110	€ 0,01	 71 vangelis momenti di gloria vangelis papathanassiou	90	n/a	 62 vangelis alpha	70	n/a	 65 vangelis 1492	70	n/a	 53 vangelis antarctica	70	n/a	 62 vangelis theme from antarctica	50	n/a	 52 vangelis voices	50	n/a	 72 vangelis album	50	n/a	 61 vangelis musica	50	n/a	 51 vangelis love theme	50	n/a	 66 vangelis ask the mountains vangelis youtube	210	n/a	 71 vangelis hymne	140	n/a	 55 hymne vangelis	90	n/a	 56 vangelis papathanassiou	90	n/a	 62 youtube vangelis	90	n/a	 72 vangelis album	50	n/a	 61 musica vangelis	50	n/a	 58 vangelis musica	50	n/a	 51 mia vangelis	50	n/a	 55 vangelis discografia vangelis colonne sonore

Dopo che si sono separati – Vangelis riteneva il mondo del pop commerciale “molto noioso” – è tornato a comporre colonne sonore per film e TV.

Rifiutando l’invito a sostituire Rick Wakeman alle tastiere in Yes, si trasferì a Londra e firmò un contratto da solista con la RCA Records: i suoi LP Heaven and Hell (1975) e Albedo 0.39 (1976) raggiunsero ciascuno la UK Top 40, e il primo fu usato per la colonna sonora della popolare serie TV Cosmos di Carl Sagan.

La connessione con gli Yes fu finalmente completata più tardi nel decennio, quando collaborò con Jon Anderson della band per il duo Jon and Vangelis, il cui album di debutto ed entrò nella Top 5.

Vangelis aveva continuato il suo lavoro di colonne sonore per tutti gli anni ’70, ma fu negli anni ’80 che questo raggiunse le sue vette commerciali: Momenti di Gloria divenne inestricabile dal tema senza tempo di Vangelis, e la musica divenne sinonimo di montaggi sportivi al rallentatore.

La mia musica non cerca di evocare emozioni come gioia, amore o dolore da parte del pubblico. Va solo con l’immagine, perché lavoro nel momento “, ha spiegato in seguito.

La sua colonna sonora di Blade Runner è ugualmente celebrata per la sua evocazione di una sinistra versione futura di Los Angeles, dove robot e umani vivono goffamente l’uno accanto all’altro, attraverso l’uso di lunghe e malevole note di synth; sassofoni e lussureggianti passaggi ambientano ed esaltano i momenti romantici e struggenti del film.

“Si è rivelato un film molto profetico – ora viviamo in una sorta di mondo di Blade Runner”, ha detto nel 2005.

Più tardi nel decennio ha segnato il dramma politico Costa-Gavras vincitore della Palma d’Oro Missing, con Jack Lemmon; il dramma poi di Mel Gibson e Anthony Hopkins The Bounty, e il Mickey Rourke interpretato da Francesco.

Ha lavorato di nuovo con il regista di Blade Runner, Ridley Scott, nel film del 1992 “1492: Conquest of Paradise”, e altrove durante gli anni ’90, ha seguito la colonna sonora di Bitter Moon di Roman Polanski e i documentari di Jacques Cousteau.

x