L’entità degli orrori scatenati sui civili nella città ucraina di Borodianka, situata nella regione di Kiev, è stata scoperta solo ora, mentre le autorità stanno raccogliendo macerie dopo il ritiro dei soldati russi. Le foto nei sobborghi di Kiev hanno mostrato crateri dove un tempo sorgevano alti condomini. I pochi edifici rimasti sono anneriti dal fumo.

L’esercito russo ha devastato la regione di Kiev

I corpi che sono stati coperti di polvere per settimane sono stati rimossi dalle macerie nei giorni scorsi. I sopravvissuti hanno descritto l’avvistamento di truppe russe che sono entrate in città il mese scorso come “terribile”. Si sa che almeno 26 civili sono morti in un attacco aereo sulla città il mese scorso, anche se i funzionari sospettano che il bilancio delle vittime effettivo sia molto più alto.

Circa 200 persone sono ancora disperse. I media locali hanno riportato “poche speranze” di trovare sopravvissuti tra le macerie dove sono stati bombardati 10 blocchi. Oggetti personali sono stati visti sparsi in un parco accanto agli enormi cumuli di macerie dove un tempo sorgeva un alto edificio residenziale. Le autorità locali hanno affermato che gli oggetti probabilmente sono volati fuori dall’edificio mentre la pioggia di bombe ha devastato alcune settimane fa.

Borodianka, una delle città ucraine più bombardate

Borodianka, una città di 15.000 abitanti, ha subito alcuni dei peggiori bombardamenti dall’inizio dell’invasione russa. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha affermato che il disastro qui è stato “molto più terribile” di quello che era già stato scoperto nella vicina Bucha.

L’esercito russo ha lanciato una feroce campagna di bombardamenti sulla città di Borodianka all’inizio di marzo, quando il Cremlino ha cercato di avvicinarsi a Kiev, con i soldati che hanno occupato la città per più di un mese. Tuttavia, l’entità della distruzione è stata scoperta solo oraquando le forze di Putin si sono ritirate dal nord per concentrare i loro sforzi sull’Ucraina orientale.

Guerra in Ucraina.  Giorno 38 Russia

I soldati russi hanno scritto la lettera “V” sul campo di calcio

Ma prima di lasciare Borodianka, i soldati russi hanno voluto lasciare un ricordo sul campo di calcio della città. Così hanno preso un trattore con il quale volevano disegnare la lettera “Z”, il simbolo della guerra in Ucraina. Tuttavia, sono riusciti a fare una “V”, molto probabilmente da “vittoria”, e altri “disegni”, che hanno suscitato indignazione e ondate di ironia.

Di solito, la presenza della lettera “Z” sui veicoli militari è un modo per far sapere alle persone che appartengono alla Russia. È anche usato perché è incluso nell’espressione russa “Za pobedu”, che si traduce in “per la vittoria”.

Inoltre, la lettera “Z” è stata usata dall’esercito russo e perché è inclusa nelle parole “denazificazione” e “smilitarizzazione”, termini usati da Vladimir Putin nelle sue spiegazioni per l’invasione dell’Ucraina.

x
Previous articleLa strage di Bucha, “smascherata” dalla Russia di Putin. Le “prove” pubblicate dalla propaganda del Cremlino sono, infatti, scene di un film per la televisione
Next articleL’esercito di Kadyrov ha commesso un grave crimine. Dopo aver rapito un senzatetto, si è “truccato” e “travestito” per sembrare un “prigioniero di guerra ucraino”