La Slovacchia ha donato il suo sistema di difesa aerea S-300 all’Ucraina, ha detto venerdì il primo ministro Eduard Heger, un giorno dopo che gli Stati Uniti avevano dichiarato che altri 30 paesi stavano intensificando gli aiuti militari a Kiev. L’Ucraina ha ripetutamente fatto appello alle nazioni occidentali per armi di difesa aerea e equipaggiamento militare pesante da terra per aiutare a respingere l’attacco militare russo del secondo mese.

Ucraina, aiutata segretamente dalla Slovacchia

“Posso confermare che la Slovacchia ha donato il sistema di difesa aerea S-300 all’Ucraina sulla base della sua richiesta di aiutare a difendersi dall’aggressione armata della Federazione Russa”, ha detto Heger in una dichiarazione via e-mail.

La Slovacchia, un membro della NATO, gestisce una batteria del sistema di difesa aerea S-300 progettato dai sovietici, che ha ereditato dopo lo scioglimento della Cecoslovacchia nel 1993. Heger, che ha visitato Kiev venerdì, ha anche affermato che la difesa della Slovacchia è assicurata .

La donazione slovacca è il primo caso noto di un paese che ha inviato un sistema di difesa aerea in Ucraina da allora l’inizio dell’invasione russa il 24 febbraio.

A marzo, gli alleati della NATO, Germania e Paesi Bassi, hanno portato tre batterie dal sistema di difesa aerea Patriot in Slovacchia, che Bratislava all’epoca disse che avrebbe completato, anziché sostituire, l’S-300 e ne avrebbe preso il controllo. considera di rinunciare all’S-300 se hai fornito un sostituto.

Heger ha detto che la Slovacchia riceverà equipaggiamento aggiuntivo dagli alleati della NATO per compensare la donazione. Il ministro della Difesa Jaroslav Nad ha successivamente annunciato che la Slovacchia avrebbe ricevuto il quarto sistema Patriot negli Stati Uniti la prossima settimana.

La Russia ha affermato che il trasporto militare occidentale verso l’Ucraina è un obiettivo legittimo. Mosca chiama le sue azioni in Ucraina a “Operazione militare speciale” di disarmo e “denazificazione” dell’Ucraina. L’Ucraina ei suoi alleati affermano che la Russia ha invaso senza sfida.

Giovedì il segretario di Stato americano Antony Blinken ha dichiarato che gli Stati Uniti e altri 30 paesi stanno inviando armi in Ucraina e che il processo sarà intensificato. Ha parlato di “nuovi sistemi” che non sono stati ancora forniti dagli alleati della NATO, ma ha rifiutato di entrare nei dettagli.

Il ministro degli Esteri ucraino Dmitro Kuleba giovedì ha chiesto aerei, missili antiaerei, veicoli corazzati e sistemi di difesa aerea, in una sessione speciale presso il quartier generale della NATO.

La Slovacchia aveva pianificato di aggiornare il suo S-300 alcuni anni fa, ma lo sforzo non era stato completato. Il sito web dell’esercito slovacco afferma che la batteria S-300 ha una portata di 75 km e può colpire bersagli fino a 27 km dal suolo.

x