La ripresa della possibilità di viaggiare, dopo un periodo di severe restrizioni legate alla pandemia, determina chi vuole visitare il mondo ad adeguare le proprie scelte in merito alle destinazioni. Con il virus pandemico ancora tra noi, un conflitto armato nell’Est Europa e tanta incertezza che incombe sulla politica internazionale, è necessario che i Paesi in cui si viaggia garantiscano la propria sicurezza ai massimi livelli. Uno dei paesi più agili da cambiare è una destinazione in Europa. Scopri in quali stati è consigliato viaggiare ora.

Quali sono i paesi migliori in cui viaggiare in questo periodo?

I paesi dinamici e moderni che sono ricettivi al cambiamento sono quelli che devono guadagnare in questo periodo turbolento, in cui c’è sia il desiderio di viaggiare che il bisogno di sicurezza per i turisti. Tramite le destinazioni di vacanza più sicure c’è anche un Paese in Europa che ha dimostrato di avere un’elevata capacità di adattamento ai cambiamenti improvvisi.

Stati Uniti d’America

In cima alla classifica dell’agilità, anche gli Stati Uniti sono stati colpiti dalle restrizioni pandemiche, ma la loro forte economia ha reso più facile per il Paese adattarsi alla crisi del Covid-19. Così, l’attività è cambiata in base alle esigenze dei cittadini e la normativa ha facilitato tutti questi cambiamenti, offrendo la possibilità di sviluppare servizi di consegna e mantenere funzionali i ristoranti.

La capacità di far fronte alle sfide della pandemia ha portato a un’economia funzionante pur mantenendo i viaggi internazionali. Tuttavia, il governo continua a chiedere un programma di vaccinazione completo per i turisti internazionali, mentre i tassi di vaccinazione tra i residenti variano ampiamente a seconda dello stato. Queste informazioni possono essere verificate quando scegli gli Stati Uniti come destinazione appropriata BBC.

Inoltre, per un viaggio negli USA è necessario un visto o un ESTA USA. L’ESTA per gli USA è un’autorizzazione di viaggio per volare negli USA senza visto. L’ESTA è più facile, veloce ed economico da richiedere rispetto al visto e ha una validità totale di 2 anni.

Australia

Rispetto agli Stati Uniti, l’Australia è al secondo posto per agilità, con lo stato che ha ottenuto buoni punteggi in risposta alle pandemie e all’adattabilità. Tuttavia, il Paese ha scelto un approccio diverso, attuando rigide restrizioni e seguendo misure rigorose per tenere sotto controllo il numero dei contagi nel continente.

Anche con le successive ondate di malattia, L’Australia è passata a una strategia frenetica e ha completamente riaperto, sulla base di un tasso di vaccinazione di circa il 95% tra gli adulti di età superiore ai 16 anni. Così, gli abitanti si sono riconnessi con il mondo dopo circa due anni di isolamento. Il New South Wales, il più grande aeroporto con l’aeroporto più grande, ha annunciato nel dicembre 2021 che avrebbe rimosso i requisiti di isolamento per i visitatori internazionali, spingendo il governo federale ad accelerare la riapertura dei confini internazionali nel febbraio 2022 per i viaggiatori vaccinati.

Tuttavia, è necessario che i turisti verifichino i requisiti di viaggio per ogni stato, poiché possono differire. Il Paese ha anche appena annunciato la revoca del divieto agli arrivi di crociere, a partire dal 17 aprile 2022, anche se i passeggeri dovranno comunque presentare la tessera di immunizzazione.

Belgio, lo stato europeo dove puoi viaggiare in sicurezza

Pur essendo al 16° posto nella classifica agility, le prestazioni registrate da Il Belgio mette il paese davanti ad altri paesi europei in termini di sicurezza di viaggio. I residenti possono essere orgogliosi della loro capacità di adattamento, mettendo in evidenza la società multiculturale e la capacità di ospitare la capitale dell’Unione Europea, Bruxelles. E ciò è dovuto al dialogo continuo, al compromesso e ai linguaggi diversi, insieme alla complessa struttura politica della regione.

E l’aspetto più importante era il fatto che i politici avevano la capacità di ascoltare e imparare dagli errori, adattandosi costantemente. Anche le attività sono cambiate rapidamente, con ristoranti che consegnano a domicilio, negozi di abbigliamento che si spostano online e musei che offrono tour virtuali. Anche la digitalizzazione è un pilastro essenziale, poiché i pagamenti sono molto più facili con la carta o i dispositivi intelligenti. Quasi tutte le restrizioni sul Covid-19 sono state rimosse in Belgio, riprendendo eventi culturali, festival musicali e aprendo la strada all’arte nei musei.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here