La Bielorussia coopererebbe con la Russia, rendendo il suo territorio disponibile per i missili inviati in Ucraina 1

Le forze russe stanno utilizzando attivamente il territorio della Bielorussia per compiere azioni aggressive contro l’Ucraina, spostando i loro sistemi missilistici nella regione di Homel. Lo ha detto il viceministro della difesa ucraino Hanna Maliar alle stazioni televisive ucraine, ha riferito un corrispondente di Ukrinform.

La Bielorussia, forse il miglior alleato della Russia

“Le forze nemiche non stanno abbandonando i loro piani per catturare completamente Regioni di Donetsk e Lugansk. Invadono anche la regione di Kharkov e cercano di rafforzare le loro posizioni lì e di raggruppare le loro truppe. Ora registriamo che i sistemi missilistici vengono inviati nella regione di Homel.

Sta cercando di accumularli lì, apparentemente a causa dei piani per lanciare attacchi missilistici o usarli lì come strumento di ricatto e intimidazione. Pertanto, il territorio della Bielorussia continua ad essere utilizzato attivamente dalla Russia per compiere azioni aggressive”, ha affermato Maliar.

Il viceministro della Difesa ucraino afferma che la Russia “cerca di concentrarsi” sistemi missilistici nel sud-est della Bielorussia da usare contro l’Ucraina.

La valutazione arriva nonostante le recenti accuse di deterrenza della Russia intorno a Kiev e nella città settentrionale di Chernivtsi.

Alla domanda se si aspettasse di vedere altri missili sul territorio ucraino, Maliar ha detto: “Dobbiamo essere preparati a questo. La guerra continua. E c’è da dire che il nemico non rallenta. Attacchi missilistici, la loro intensità è totale”.

Lo ha annunciato il 24 febbraio il presidente russo Vladimir Putin l’inizio di un’invasione su larga scala dell’Ucraina. Le truppe russe hanno bombardato e distrutto infrastrutture chiave, effettuando massicci bombardamenti di aree residenziali di città e villaggi ucraini utilizzando artiglieria, lanciamissili multipli e missili balistici.

In Ucraina è stata imposta la legge marziale ed è stata annunciata la mobilitazione generale. Gli Stati Uniti, l’Unione Europea e altri paesi stanno imponendo sanzioni alla Russia in quanto aggressore il cui isolamento internazionale cresce di giorno in giorno.

L’Australia invierà veicoli blindati in Ucraina su richiesta di Zelenski

L’Australia invierà veicoli blindati prodotti localmente in Ucraina su richiesta del presidente Volodymyr Zelenski, ha dichiarato venerdì il primo ministro australiano Scott Morrison.

Morrison non ha detto quando e quanti veicoli, conosciuti come Bushmasters, sarebbero stati inviati in Ucraina.

“Non stiamo solo inviando le nostre preghiere, stiamo inviando le nostre armi, stiamo inviando le nostre munizioni, stiamo inviando aiuti umanitari, stiamo inviando tutto questo e armature. Invieremo i nostri veicoli corazzati e i nostri Bushmaster. E noi’ li stiamo facendo volare lì con i nostri C-17 “, ha detto Morrison CNN.

Zelenski ha chiesto veicoli blindati mentre ha parlato giovedì al parlamento australiano tramite un collegamento video, dicendo “dobbiamo mantenere armati coloro che combattono questo male”.

“Hai un ottimo veicolo blindato, il Bushmaster, che potrebbe aiutare sostanzialmente l’Ucraina e altri pezzi di equipaggiamento che potrebbero rafforzare la nostra posizione sugli armamenti. Se hai l’opportunità di condividerlo con noi, ti saremmo molto grati”, ha detto Zelenski .

Il presidente ucraino ha anche chiesto nuove sanzioni contro la Russia.

x
Previous articleIl paese che ha deciso di vietare i simboli militari russi “V” e “Z”. Multe da quasi 3.000 euro
Next article“Non aiuterà i colloqui di pace”