Funzionari ucraini affermano che le forze russe hanno attaccato i convogli umanitari, che avrebbero dovuto consentire l’evacuazione in sicurezza dei civili dalla guerra. Inoltre, mentre le persone cercavano di lasciare le città ucraine, i russi rubavano cibo e medicine lungo i corridoi. Le forze russe hanno dichiarato che venerdì riapriranno il corridoio di evacuazione dalla città assediata di Mariupol a Zaporizhzhia. Maggiori dettagli di seguito.

I russi hanno rubato tonnellate di cibo e medicine agli ucraini

Il ministero della Difesa russo afferma che l’esercito riaprirà venerdì il corridoio umanitario dalla città assediata di Mariupol a Zaporizhzhia, su richiesta dei leader francesi e tedeschi. Il corridoio umanitario aprirà alle 10:00 ora di Mosca e le truppe russe stabiliranno un punto intermedio nella città meridionale di Berdiansk, ha affermato il ministero. CNN.

“Sulla base delle richieste personali del presidente francese e del cancelliere tedesco al presidente russo Vladimir Putin, le forze armate russe riapriranno un corridoio umanitario da Mariupol a Zaporozhye (con tappa a Berdyansk) alle 10:00 del 1 aprile.

Per garantire il successo di questa operazione umanitaria, è prevista la partecipazione diretta dei rappresentanti dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati e del Comitato internazionale della Croce Rossa “, ha affermato il colonnello Mikhail Mizintsev, capo della gestione della difesa nazionale russa Centro. .

Secondo le dichiarazioni francesi, il corridoio di evacuazione di giovedì era “insufficiente” per consentire agli ucraini soccorsi bloccati nella città portuale di Mariupol. Il ministro degli Esteri ucraino Iryna Verschiuk ha affermato che circa 100.000 civili sono rimasti intrappolati nella città dai pesanti bombardamenti dall’inizio della guerra.

Leggi anche: Quello che è stato trovato su alcuni soldati russi in Ucraina. Le foto sono diventate virali

“Stiamo trattando per la restituzione degli autobus”

Il Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR) si sta preparando a facilitare il passaggio sicuro dei civili da Mariupol, ha affermato la fonte.

“Allora è semplicemente venuto alla nostra attenzione. La vita di decine di migliaia di persone a Mariupol dipende da questo”, ha affermato il CICR.

Ieri, quando la Russia ha annunciato tre corridoi umanitari per l’evacuazione delle persone dall’Ucraina, le cose non sono andate esattamente come previsto.

Giovedì le forze russe hanno sequestrato 14 tonnellate di aiuti umanitari da autobus diretti a Melitopol, nell’Ucraina meridionale, secondo Vershchuk, ministro ucraino per la reintegrazione dei territori temporaneamente occupati.

Le forze russe hanno anche bloccato 45 autobus diretti a Berdiansk diretti a Mariupol, ha aggiunto il ministro.

“Stiamo negoziando per la restituzione degli autobus e per l’evacuazione della popolazione di Mariupol domani con il loro aiuto”, ha detto giovedì sera Iryna Vereshchuk.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here