Erdogan annuncia che la Turchia è pronta per essere un paese garante per l'Ucraina 1

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha dichiarato giovedì che la Turchia è disposta a essere un paese garante per l’Ucraina, ma i dettagli di tale schema di sicurezza dovevano essere determinati. Il leader turco ha anche affermato che la decisione della Russia di ridurre alcune delle operazioni vicino a Kiev è “molto importante”. Maggiori dettagli di seguito.

Erdogan: la Turchia è disposta a essere un paese garante per l’Ucraina

Parlando su un volo di ritorno dall’Uzbekistan, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha affermato che il suo paese è preparato in linea di principio ad agire come garante per l’Ucraina, ma i dettagli di tale schema di sicurezza dovevano essere stabiliti, riferisce Reuters.

“Sulla questione della sicurezza, possiamo essere uno dei paesi garanti che garantiscono la sicurezza dell’Ucraina, siamo preparati per questo in linea di principio, ma ovviamente i dettagli devono essere stabiliti”, ha affermato da NTV.

Ha anche affermato che la promessa di Mosca di ridurre “drasticamente” le operazioni militari vicino a Kiev e Chernivtsi era “veramente importante”.

Il leader turco ha affermato che i colloqui a Istanbul, dove la delegazione ucraina aveva presentato una proposta scritta ai negoziatori russi per porre fine alla guerra, hanno dato una “spinta significativa” al processo. In considerazione di ciò, Erdogan ha aggiunto che invierà nuovamente un’offerta per ospitare il presidente ucraino Volodymyr Zelensky e il presidente russo Vladimir Putin per i negoziati.

La Turchia è attualmente in buoni rapporti con l’Ucraina e soprattutto con la Russia, offrendo così di mediare il conflitto.

Leggi anche: Erdogan chiede a Russia e Ucraina: “La Turchia è profondamente preoccupata per il conflitto. Nessun perdente uscirà da un accordo di pace equo”.

“Crediamo che non ci saranno perdenti in un accordo di pace”

Nel corso Conflitto Russia-UcrainaAnkara ha sostenuto il paese invaso, mentre si opponeva alle sanzioni contro Mosca. Allo stesso tempo, questa settimana, la Turchia ha ospitato le delegazioni ucraina e russa per i primi colloqui di pace faccia a faccia dalle ultime settimane.

“Ci auguriamo che gli incontri siano vantaggiosi sia per i paesi che per la regione, poiché la Turchia è profondamente preoccupata per il conflitto”, ha affermato martedì il leader di Ankara.

Il presidente turco ha anche affermato che era tempo che i colloqui iniziassero a produrre risultati, pur sottolineando l’idea che il suo Paese avesse mostrato una posizione corretta, che non disattende i diritti di nessuna parte.

Secondo lui, la Turchia non ha esitato ad assumersi la responsabilità della pace e della stabilità nella regione.

“Crediamo che non ci saranno perdenti in un accordo di pace equo”, ha detto, aggiungendo che il mondo sta aspettando buone notizie da Istanbul.

x
Previous articleL’ex ministro Mihnea Costoiu, condannato a tre anni di reclusione con sospensione
Next article“Non capisco il presidente Putin”.