A Lisichansk, nella regione di Lugansk, gli invasori russi hanno bombardato un asilo che è stato ristrutturato l’anno scorso. Secondo Ukrinform, il capo dell’amministrazione militare regionale di Lugansk, Sergei Gaidai, lo ha detto su Facebook.

L’asilo bombardato dalle truppe russe a Lisichansk

“Allora è semplicemente venuto alla nostra attenzione i russi scioperano alla periferia della città, ora apro il fuoco in altre parti di esso. I nostri dipendenti del Pronto Soccorso dello Stato continuano a eliminare le conseguenze del bombardamento preliminare e ci sono già altri oggetti che devono essere estinti, poi lì smantellano le macerie e cercano persone. Uno di questi è un asilo, che è stato appena ristrutturato l’anno scorso. Si precisano le informazioni sulle vittime”, ha scritto il capo della regione.

Ha notato che i soccorritori sono molto dispersi per un tale numero di attacchi. In precedenza, Gaidai ha riferito che in mattinata a Lisichansk, sotto le macerie delle case distrutte dai bombardamenti dell’aggressore, è stato trovato un morto e sono state salvate 13 persone.

Il 24 febbraio Il presidente russo Vladimir Putin ha lanciato un’invasione su larga scala dell’Ucraina. Le truppe russe bombardano e distruggono le infrastrutture chiave, i missili colpiscono gli edifici residenziali.

L'asilo bombardato dalle truppe russe a Lisichansk
Asilo bombardato

L’UNICEF afferma che 2 milioni di bambini sono fuggiti dall’Ucraina, con oltre 100 morti

Circa due milioni di bambini sono stati costretti a fuggire dall’Ucraina, la metà dei quali profughi di guerra, ha affermato mercoledì il Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia. Più di 1,1 milioni sono arrivati ​​solo in Polonia, con centinaia di migliaia nei paesi vicini come Romania, Moldova, Ungheria, Slovacchia e Repubblica Ceca.

L’UNICEF ha avvertito di un aumento del rischio di sfruttamento e tratta dei bambini in fuga dalla violenza. Nel tentativo di mitigare questi rischi, l’agenzia delle Nazioni Unite sta estendendo i “Blue Dots”, che sono spazi sicuri unici per le famiglie in viaggio.

Secondo l’UNICEF, più di 100 bambini sono stati uccisi nel conflitto, ha aggiunto l’UNICEF, con più di 130 feriti e oltre 2,5 milioni di bambini sfollati all’interno dell’Ucraina.

Circa 80 bambini con disabilità arrivano in Ucraina dalla Polonia in treno

Circa 80 bambini con disabilità, alcuni accompagnati dai loro tutori, sono arrivati ​​nella città di confine di Przemyśl, in Polonia, dopo essere stati trasferiti dalla regione centrale di Dnipropetrovsk martedì. Un totale di più di 100 persone sono arrivate a Przemyśl martedì sera in treno, ha detto mercoledì. CNN Podkarpackie Voivode Michał Mielniczuk, portavoce della regione.

Sono stati poi portati in un centro di accoglienza nella città di Stalowa Wola, con 26 bambini trasportati in ambulanza, ha detto Mielniczuk. All’inizio della giornata, una squadra di terra della CNN ha assistito a una fila di ambulanze e folle di paramedici che aspettavano i bambini alla stazione ferroviaria.

I bambini rimarranno a Stalowa Wola per circa tre giorni, dove riceveranno aiuto e sostegno prima di essere portati in Germania, ha aggiunto Mielniczuk.

x
Previous article5 Motivi per cui dovresti lanciare il tuo business adesso!
Next articlePizza gourmet, idee originali per una pizza da chef