Il ministro degli Esteri cinese Wang Yi e l’omologo russo Sergei Lavrov si sono incontrati mercoledì in un incontro cinese, riaffermando i legami bilaterali e criticando le sanzioni economiche occidentali contro Mosca per aver invaso l’Ucraina definendole “illegali” e “controproducenti”. dichiarazioni ufficiali.

La Cina condanna fermamente le sanzioni illegali alla Russia

Questa è la prima visita di Lavrov in Cina da allora La Russia ha invaso il suo vicino più piccolo, l’Ucrainail 24 febbraio. Wang ha tenuto colloqui con Lavrov nella città di Tunxi, provincia di Anhui, nella Cina orientale, dove la Cina sta tenendo un incontro multilaterale di due giorni sull’Afghanistan.

Wang ha affermato che le relazioni cinese-russe hanno “resistito alla prova delle turbolenze internazionali” e che c’era un crescente desiderio da parte loro di sviluppare relazioni che erano “cresciute in modo resiliente”, ha riferito Phoenix TV in Cina.

“Non esiste un tetto per la cooperazione Cina-Russia, nessun tetto per noi per combattere per la pace, nessun tetto per proteggere la sicurezza e nessun tetto per opporsi all’egemonia. Le relazioni Cina-Russia sono disallineate, senza confronto e non prendono di mira terze parti, “ha affermato il portavoce del ministero degli Esteri cinese Wang Wenbin in una conferenza stampa.

A differenza delle nazioni occidentali, la Cina si è rifiutata di condannare l’invasione o addirittura di chiamarla tale, incolpando le politiche degli Stati Uniti e della NATO per aver provocato l’invasione della Russia.

Poiché i paesi occidentali isolano la Russia dai sistemi finanziari e dalle catene di approvvigionamento globali, Mosca si è rivolta a Pechino sia per il supporto diplomatico globale che per nuove partnership economiche e commerciali.

“I ministri hanno avuto un approfondito scambio di opinioni sulla situazione intorno all’Ucraina. Il capo del ministero degli Esteri russo ha informato il suo omologo cinese sull’andamento dell’operazione militare speciale e sulla dinamica del processo negoziale con il regime di Kiev.

Le parti hanno rilevato la natura controproducente di sanzioni unilaterali illegali imposte alla Russia dagli Stati Uniti e dai suoi satelliti”, si legge in una nota del ministero degli Esteri russo.

Lavrov è arrivato in Cina prima per la terza riunione dei ministri degli Esteri dei paesi limitrofi all’Afghanistan, che sarà presieduta da Wang. All’incontro parteciperanno i ministri degli Esteri di Pakistan, Iran, Tagikistan, Turkmenistan e Uzbekistan o loro rappresentanti, ha annunciato in precedenza il ministero degli Esteri cinese.

A margine della riunione dei ministri degli esteri si svolgerà un’ampia riunione del meccanismo di consultazione Cina-USA-Russia sull’Afghanistan. Il 21 ottobre 2021 si è svolto a Mosca il primo incontro dei ministri degli Esteri dei paesi confinanti con l’Afghanistan, seguito da un altro evento in questo formato a Teheran, in Iran, il 27 ottobre.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here