Il PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) comincia a prendere forma ed iniziano a delinearsi scenari piuttosto interessanti. La ministra della giustizia, Marta Cartabia, a metà marzo, ha ufficializzato l’uscita del bando del maxi concorso presso il Ministero della Giustizia con un numero di assunzioni pari a 5410 unità tra diplomati, diplomati tecnici e laureati. Tramite il decreto pubblicato il 16 dicembre 2021 dal Ministero della Giustizia, è stato reso noto che i profili idonei, saranno assunti con un contratto determinato per la durata di 36 mesi. Ecco tutte le novità.

Posti e requisiti richiesti dal bando

Come già anticipato, il concorso prevede un numero di assunzioni pari a 5410 unità tra diplomati e laureati.

I posti riservati ai laureati sono pari a 1660,così distribuiti per le seguenti figure professionali:

  • IT Senior (180 posti);
  • Contabili Senior (200 posti)
  • Tecnici del settore statistico (40 posti);
  • Tecnici edili senior (150 posti);
  • Analisti di organizzazione (30 posti);
  • Tecnici di amministrazione (1060 posti);

Titoli di studio richiesti per i laureati

  1. Laurea in scienze politiche, giurisprudenza, sociologia, economia, psicologia del lavoro, scienze statistiche e demografiche, ingegneria gestionale per il ruolo di analisti di organizzazione;
  2. Laurea conseguito in architettura o ingegneria per il profilo di tecnico edile senior;
  3. Lauree in scienze politiche o in economia e commercio per contabile junior;
  4. Laurea in economia e commercio, scienze politiche o giurisprudenza per i tecnici di amministrazione;
  5. Lauree in scienze statistiche e scienze statistiche ed attuariali per il settore statistico;
  6. Laurea in informatica, fisica, matematica o ingegneria per il profili di IT senior;

Diplomati, posti disponibili e profili richiesti

I posti relativi all’assunzione dei diplomati tecnici saranno di numero pari a 750 unità, così suddivisi:

  • IT Senior (280 posti disponibili);
  • Tecnici edili Junior (70 posti disponibili);
  • Contabili Junior (400 posti disponibili);

I profili richiesti per questa sezione del concorso dovranno aver maturato il diploma nei seguenti istituti tecnici:

  1. Economico per il ruolo tecnico di contabile junior;
  2. Elettrotecnico/informatico e telecomunicazioni ed elettronico per il profilo di IT junior;
  3. costruzioni, ambiente e territorio per la figura di tecnico edile junior;

Inoltre, il bando prevede l’assunzione di 3000 unità per ricoprire il ruolo di Operatore Data Entry; anche per questa figura professionale il titolo richiesto è il diploma di scuola secondaria superiore.

Com’è strutturato il concorso?

Come parametro principale delle linee guida vi è il rispetto delle normative legate alla prevenzione della salute; ragion per cui, la procedura concorsuale seguirà le normative anti-COVID 19 e sarà così articolata:

  1. Preselezione per soli titoli;
  2. Prova scritta;

La prova scritta sarà in formato quesito a risposta multipla e si svolgerà in presenza.

Come iscriversi al bando

Per tutti i dettagli legati alle date di inizio e di scadenza per le iscrizioni e le relative piattaforme telematiche utilizzabili, non resta che attendere la pubblicazione del bando sulla gazzetta ufficiale; è prevista entro il mese di aprile.

Stipendi dei profili assunti con il concorso Ministero della Giustizia PNRR

I contratti saranno a tempo determinato della durata di 36 mesi con una retribuzione annua lorda che varia in base alla mansione ricoperta:

  1.  €42.297,47 per i ruoli ricoperti dai laureati;
  2. €36.347,31 per i profili tecnici diplomati;
  3. €34.422,28 per gli operatori data entry.

 

 

 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here