Giochi senza frontiere è stato uno dei programmi che ha avuto il più alto sharing in Italia. È entrato direttamente nella storia andando in onda durante l’estate per diversi anni consecutivi e offrendo al pubblico una serie di giochi stimolanti e divertenti. Diverse voci insistono che questo programma, andato in onda la prima volta negli anni 60’, potrebbe tornare a breve.

Giochi senza frontiere cos’è

Si tratta di un format non solo italiano, ma internazionale. Deriva dal francese Jeaux sans frontierers (JSF) ed è andato in onda la prima volta grazie alla produzione affidata all’Unione Europea di radiodiffusione. La prima edizione, affidata in Italia al compianto a Ettore Andenna, andò in onda nel 1965 e per circa venti anni accompagnò il pubblico nostrano durante l’estate. La Rai ha ottenuto solo grandi successi di ascolti da questo programma totalizzando 17 milioni di telespettatori: un numero enorme se confrontato con altri spettacoli del periodo condivisi a livello europeo.
Per capire la vera natura di questo gioco occorre parlare anche di Ettore Andenna, conduttore che presentò tutte le edizioni italiane. Il personaggio televisivo ha fatto sapere in un post sui social che il programma potrebbe tornare con il nome di The Biggest Game Show in the World. Andenne ha condotto il programma in versione italiana per circa venti anni, con il massimo della professionalità e dando vita ad una delle migliori versioni del format: basti pensare che la versione italiana è amatissima all’estero in paesi come Francia e Spagna.

Canale, prima serata, data ufficiale

Non sono disponibili al momento né una data certa né il canale televisivo che la ospiterà. C’è da dire però che molto probabilmente quel gioco di origine francesi distribuito in tutta Europa tornerà con un nome diverso ad accompagnare le estati di milioni di persone. Non ci resta che aspettare in trepidante attesa.

x
Previous articlequanto guadagna un avvocato per lesioni personali capo corallo florida
Next articleChi è Alberto Galassi marito di Antonella ferrari? Figli, stipendio, malattia