Insieme a Joe Biden e Hillary Clinton nella “lista di arresto” del Cremlino ci sono il Segretario di Stato del presidente Antony Blinken, il capo della CIA William Burns, il Segretario alla Difesa degli Stati Uniti Lloyd Austin e il consigliere per la sicurezza nazionale Jake Sullivan, riporta news.sky.com. .

Joe Biden, Hilary Clinton e altri funzionari statunitensi hanno bandito la Russia

Al presidente degli Stati Uniti Joe Biden è stato impedito di entrare in Russia in risposta alle sanzioni sull’invasione dell’Ucraina. Biden non visita la Russia dal 2011, quando era vicepresidente di Barack Obama. Il suo viaggio a Mosca includeva colloqui con il presidente russo Vladimir Putin.

Insieme al 79enne, la “lista di arresto” del Cremlino include il Segretario di Stato Antony Blinken, il capo della CIA William Burns, il Segretario alla Difesa Lloyd Austin e il consigliere per la sicurezza nazionale Jake Sullivan.

Blinken è stata una figura chiave nella risposta degli Stati Uniti alla guerra in Ucraina, in visita a Bruxelles per incontrare i leader della NATO ed europei, mentre l’Occidente sta coordinando le sanzioni contro politici, oligarchi, banche e altre persone ed entità russi.

Gli alti funzionari della Casa Bianca costituiscono la maggior parte della “lista di arresto” di 13 nomi, che include anche Hillary Clinton. L’ex candidato alla presidenza ha visitato più volte la Russia come segretario di stato, ma non si è più presentato dal 2012 a un vertice diplomatico a Vladivostok.

Il ministero degli Esteri russo ha dichiarato che continuerà a mantenere relazioni ufficiali con Washington e, se necessario, prenderà contatti ad alto livello con quelli nell’elenco.

Le aggiunte alla “lista di arresto” erano una risposta alle sanzioni statunitensi, ha affermato il ministero, che includevano quelle che Biden ha descritto come “forti restrizioni” su ciò che potrebbe essere esportato dagli Stati Uniti alla Russia.

I dazi all’importazione sui prodotti russi sono aumentati

Altre sanzioni annunciate finora da Biden includono misure contro alcune delle maggiori banche russe. La Gran Bretagna ha aumentato in precedenza il proprio pacchetto di sanzioni contro la Russia, con altri 350 cittadini ed entità nominati negli ultimi elenchi del governo.

Anche le esportazioni di beni di lusso in Russia sono state vietate e le tariffe di importazione sui prodotti russi sono aumentate. Putin ha precedentemente affermato che le sanzioni occidentali contro il suo regime sono “equivalenti a dichiarare guerra” mentre continua a difendere la sua invasione dell’Ucraina.

Si ritiene che la cosiddetta “operazione militare speciale” sia fallita come previsto, ma la Russia ha continuato a bombardare grandi città, costringendo milioni di persone a fuggire dalla loro patria. Kiev rimane sotto il controllo ucraino, con una chiusura di 35 ore da imporre dopo che diversi blocchi di torri sono stati attaccati dalle forze russe fuori dalla capitale.

Previous articleFrasi e immagini Buongiorno e Buon Mercoledì: le più belle del 16 Marzo 2022
Next articleDynasty 5 stagione: Anticipazioni, Data di uscita degli episodi e Trailer