Uno dei più stretti alleati del presidente Vladimir Putin ha affermato che l’operazione militare russa in Ucraina non è andata così rapidamente come voleva il Cremlino, poiché è stato il più importante riconoscimento pubblico di Mosca fino ad oggi che le cose non stavano andando bene. Secondo il suo piano, Reuters ha riferito lunedì.

L’operazione della Russia in Ucraina non sta andando secondo i piani

Il capo della guardia nazionale Viktor Zolotov, parlando domenica a una funzione religiosa guidata dal patriarca ortodosso Kiril, ha accusato progressi più lenti del previsto su ciò che, secondo lui, le forze di estrema destra ucraine si nascondevano dietro i civili. ripetutamente da funzionari russi.

I suoi commenti contraddicevano la valutazione di venerdì del ministro della Difesa russo Sergei Shoigu, che ha detto a Putin che “tutto sta andando secondo i piani”.

“Vorrei dire di sì, non tutto va veloce come vorremmo. Ma ci stiamo muovendo verso il nostro obiettivo passo dopo passo e la vittoria sarà per noi, e questa icona proteggerà l’esercito russo e accelererà la nostra vittoria”, ha affermato Zolotov, un tempo responsabile della sicurezza personale di Putin, nei commenti pubblicati sul sito National Guard.

Considerati gli Stati Uniti ei loro alleati europei L’invasione di Putin come accaparramento di terre in stile imperiale, che finora è stato mal eseguito perché Mosca ha sottovalutato la resistenza ucraina e la determinazione occidentale a punire la Russia.

Zolotov è un potente funzionario della sicurezza che un tempo era il capo della sicurezza di Putin. Ora guida la Guardia Nazionale, una specie di forza militare interna che include la polizia antisommossa e altre forze. È direttamente subordinato a Putin e ha forze in Ucraina.

Venti persone uccise a Donetsk, ha detto il ministero della Difesa russo

Stamattina ho ricevuto informazioni su un successo con missili nella regione di Donetsk dall’Ucraina. Il ministero della Difesa russo afferma che 20 persone sono state uccise e nove ferite nell’attacco. La BBC non ha potuto verificare in modo indipendente queste accuse.

Reuters ha riferito che il Cremlino ha descritto l’attacco come una tragedia e un attacco ai civili, aggiungendo che “sembra che i leader d’oltremare dell’Ucraina stiano dando ordini all’esercito ucraino”. L’Ucraina ha negato ogni addebito.

Donetsk nell’Ucraina orientaleè una delle zone separatiste controllate dai ribelli in cui si svolgono combattimenti contro le forze ucraine dal 2014. Una delle richieste del presidente russo Vladimir Putin di fermare la guerra è riconoscere l’indipendenza della regione orientale.

Previous articleLa Russia non esclude la piena acquisizione delle principali città ucraine: “Operazione come previsto”
Next articleSparato per Vladimir Putin. Il paese che ha aiutato in passato sta facendo una mossa importante per l’Ucraina