Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha dichiarato martedì che alcuni membri della NATO sono rimasti “ipnotizzati dall’aggressione russa”, con l’Ucraina che fa affidamento sul sostegno dei partner internazionali piuttosto che sull’Alleanza. Allo stesso tempo, oggi il leader di Kiev ha chiesto un embargo commerciale completo. Maggiori dettagli di seguito.

Zelenski: “L’Ucraina conta sul sostegno dei partner internazionali piuttosto che sulla Nato”

Volodymyr Zelensky ha dichiarato oggi in una videoconferenza con i leader della Joint Expeditionary Force (JEF), guidata dal Regno Unito, che alcuni dei membri dell’Alleanza del Nord Atlantico sono “ipnotizzati dall’aggressione russa”. Pertanto, il paese che guida si basa principalmente sul sostegno dei partner internazionali e troppo poco sulla NATO.

In questa occasione, il presidente ucraino ha chiesto un embargo commerciale completo, affermando al contempo che le armi consegnate dagli stati occidentali vengono utilizzate in 20 ore, trasmette la BBC.

“Certo, l’Ucraina non è un membro della NATO, lo capiamo. Ho sentito parlare per molti anni di porte aperte, ma ho anche sentito dire che non possiamo entrare da quelle porte”, ha esordito il leader di Kiev, riferendosi alle porte aperte politica.

Ha anche sottolineato che gli altri paesi confinanti con la Russia dovrebbero considerare le loro “capacità di difesa indipendenti” al di fuori della NATO. Zelenski ha avvertito che Mosca potrebbe prendere di mira altre parti d’Europa.

“L’importo che riceviamo a settimana viene solitamente utilizzato da noi in 20 ore”, ha affermato, riferendosi alla fornitura di forniture dalla Gran Bretagna e da altri paesi in rapido esaurimento.

Leggi anche: LIVE Guerra in Ucraina. Giorno 20. Nuove esplosioni a Kiev. Più di 2.500 persone sono morte a Mariupol. Zelenski ha esteso la legge marziale

Membri della NATO “ipnotizzati dall’aggressione russa”

Di conseguenza, l’equipaggiamento russo catturato e il vecchio equipaggiamento dell’era sovietica furono messi in funzione, ha detto.

Volodymyr Zelensky lo salutò Sanzioni occidentali, tuttavia, ha insistito sul fatto che non erano sufficienti per porre fine all’aggressione russa, chiedendo così un completo embargo commerciale. Ha anche criticato le aziende che continuano a fare affari con la Russia.

“Le navi militari russe dovrebbero essere bandite dall’accesso ai porti di tutto il mondo e tutte le banche russe dovrebbero essere escluse dal sistema internazionale SWIFT”, ha affermato.

Il capo di stato ucraino ha descritto la NATO come “l’alleanza più forte del mondo”, ma “alcuni membri di questa alleanza sono ipnotizzati dall’aggressione russa”.

“Si sente molto parlare della terza guerra mondiale, che dovrebbe iniziare se la NATO chiuderà lo spazio ucraino per missili e aerei russi, e quindi la zona di esclusione aerea umanitaria non è stata ancora istituita”. , Egli ha detto.

“Questo permette all’esercito russo di bombardare città pacifiche e far saltare in aria condomini, ospedali e scuole. Decine di edifici sono stati bombardati a Kiev nelle prime ore del mattino, uccidendo dozzine”, ha detto Zelenski.

x