Le immagini satellitari mostrano danni in diverse città ucraine quando si incontrano due settimane dopo l’inizio dell’invasione della Russia. Le immagini di Maxar Technologies mostrano ponti crollati, fabbriche demolite, fumo nelle aree residenziali e altre tracce dei bombardamenti.

Le immagini satellitari mostrano il disastro vicino a Kiev

Al di là delle zone di conflitto, mostrano le immagini ai valichi di frontiera lunghe file di ucraini che cercano di rifugiarsi nei paesi vicini, come Ungheria, Slovacchia o Romania, nonché convogli dell’esercito russo diretti verso i loro obiettivi. Il numero di rifugiati supera già i due milioni di persone, secondo le Nazioni Unite, in quello che è già il più grande esodo di rifugiati in Europa in questo secolo.

L’immagine in alto, del 12 marzo, mostra una veduta degli incendi provocati dagli attacchi russi in una zona industriale nel distretto di Primorskyi, a ovest della città portuale di Mariupola situata sul Mar d’Azov e oggetto di un sanguinoso assedio dal primo.

Attacco a un ospedale perché la madre e il figlio di Mariupol hanno fatto il giro del mondo. Queste immagini satellitari di Maxar Technologies mostrano il confronto tra l’area in cui si trova il 9 marzo e il modo in cui è stata lasciata dopo essere stata bombardata il giorno successivo, con un’immagine del 12 marzo.

Le immagini satellitari mostrano il disastro vicino a Kiev

Continuano gli attacchi volti a interrompere le forniture militari ucraine

Un’altra immagine comparativa di i risultati del bombardamento russo di Mariupol. A sinistra, l’immagine di un quartiere residenziale nel quartiere Zhovteneyvi di Mariupol, 21 giugno 2021. A destra, il fuoco che esce dalle case dopo gli attacchi, in un’immagine Maxar Technologies del 12 marzo.

Continuano gli attacchi volti a interrompere le forniture militari ucraine. Nell’immagine satellitare e distribuita da Maxar Technologies, gli edifici e i serbatoi di carburante sono visti in fiamme all’aeroporto Antonov nella città di Hostomelvest di Kiev.

Mentre le truppe russe si avvicinano, i kieviani cercano di fuggire dalla capitale ucraina. Nella foto, una lunga fila di veicoli fa la fila sull’autostrada cercando di uscire dalla città. Le immagini satellitari distribuite mostrano la distruzione degli attentati con immagini comparative come quella precedente, del centro commerciale Epicentr K a Chernigov, Kiev, nel nord del Paese, distrutto da un attacco del 10 marzo.

L’Ucraina ha chiesto un cessate il fuoco mercoledì scorso, 9 marzo, per riparare la centrale nucleare di Chernobyl, che è senza elettricità. Nella foto, una veduta aerea dello stabilimento il 10 marzo. Un magazzino distrutto e in fiamme a Stoyanka, una città a ovest della capitale, Kiev.

Il governo ucraino ha accusato la Russia di aver attaccato un ospedale per madri e bambini a Mariupol. L’immagine sotto mostra i danni causati dai bombardamenti del 9 marzo su altre infrastrutture civili, come aree residenziali e altri edifici.

I montaggi precedenti e successivi mostrano come le aree commerciali e residenziali siano cambiate prima della guerra e come siano rimaste dopo i bombardamenti, con immagini satellitari di Maxar Technologies corrispondenti al 9 marzo, due settimane dopo l’inizio dell’invasione.

FOTO: Tecnologie Maxar

Previous articleL’operazione russa in Ucraina, un “fallimento tattico e strategico”. Dichiarazioni fatte al Consiglio di Sicurezza dell’Onu
Next articleChi è il figlio di Giucas Casella? Quando lo ha riconosciuto? Età, Lavoro