Il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, ha osservato che l’Unione europea sta facendo del suo meglio per non aggravare il conflitto. “La Russia è una potenza nucleare e siamo ben consapevoli che se questo conflitto si trasforma in un conflitto della NATO contro la Russia, allora avremo una terza guerra mondiale”.Michel ha detto in un’intervista per Paese.

Il coinvolgimento della NATO nella guerra in Ucraina scatenerà la terza guerra mondiale

“Sono in contatto costante con il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky. È vero che voleva di più, ma l’allargamento dell’Unione europea è una questione delicata, su cui non tutti i paesi europei hanno la stessa opinione.

Dovremmo considerare anche i paesi con i quali è già iniziato il processo di adesione. Dobbiamo sostenere i nostri partner che guardano al mondo libero”, ha affermato il presidente del Consiglio europeo.

La Russia ha deciso di invadere l’Ucraina il 24 febbraio e il conflitto tra i due paesi non sembra volgere al termine, poiché i negoziati finora non hanno prodotto risultati.

L’Occidente ha condannato le azioni della Russia e ha imposto sanzioni drastiche a Mosca e ai suoi oligarchi, e l’Unione Europea e la NATO stanno cercando di aiutare militarmente e umanitariamente l’Ucraina.

L’Ucraina suggerisce progressi nei colloqui di cessate il fuoco con la Russia

Tanto quanto colloqui di pace tra Mosca e Kiev A partire da questa mattina, alti funzionari ucraini hanno sottolineato la forma dei negoziati. Ihor Zhovkva, che è il vice capo dell’ufficio del presidente Zelensky, ha detto alla BBC che crede che la posizione di Mosca sia più costruttiva ora di quanto non fosse prima.

“Invece di darci un ultimatum o linee rosse o chiedere all’Ucraina di capitolare, ora sembrano iniziare negoziati costruttivi”, ha detto a Radio 4’s Today.

In commenti separati pubblicati su Twitter, il negoziatore ucraino Mykhailo Podolyak afferma che il quarto round di colloqui si concentrerà sull’instaurazione di un cessate il fuoco, ritiro delle truppe russe e garanzie di sicurezza per l’Ucraina.

Podolyak ha ribadito la posizione dell’Ucraina secondo cui i suoi negoziatori si sarebbero rifiutati di iniziare a discutere la forma delle relazioni future con la Russia fino a quando Mosca non avesse accettato per la prima volta un cessate il fuoco immediato.

Previous articleVladimir Putin sarà accusato di crimini di guerra. Chi fa l’annuncio
Next articleIl pericolo di radiazioni a Chernobyl, aumentato dai bombardamenti