La guerra tra Russia e Ucraina dovrebbe concludersi all’inizio di maggio, ha affermato un consigliere del capo di stato maggiore di Volodymyr Zelensky, osservando che a quel punto la parte ucraina e quella russa dovrebbero concludere un accordo di pace. “Penso che dovremmo avere un accordo di pace entro l’inizio di maggio”. Maggiori dettagli di seguito.

La rivolta dovrebbe finire all’inizio di maggio

Oleksi Arestovich, consigliere del capo di stato maggiore del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, si aspetta che Guerra Russia-Ucraina terminerà al più tardi a maggio, poiché la Russia non avrà più le risorse per sostenere il conflitto, riferisce Reuters.

Arestovich ha anche affermato che un accordo di pace potrebbe essere concluso anche prima, sottolineando che i tempi della fine della guerra dipendono da quante risorse il Cremlino è disposto a utilizzare in la sua attività in Ucraina.

“Penso che dovremmo avere un accordo di pace entro maggio, inizio maggio, forse molto prima. Vedremo, sto parlando degli ultimi dati possibili”, ha detto Arestovici.

“Siamo a un bivio ora: o ci sarà un rapido accordo di pace, tra una o due settimane, con il ritiro delle truppe e tutto il resto, o ci sarà un tentativo di radunare, diciamo, alcuni siriani per il secondo round, e quando “Stiamo macinando” anche loro, un accordo a metà aprile o verso la fine di aprile”, ha proseguito l’assessore.

Leggi anche: Vladimir Putin sarà accusato di crimini di guerra. Chi fa l’annuncio

Potrebbero esserci “piccole collisioni” per un altro anno

Oleksi Arestovich ha aggiunto che uno scenario “totalmente folle” sarebbe che la Russia invii reclute con solo un mese di addestramento. L’assessore ha anche detto che anche dopo il raggiungimento di un accordo di pace potrebbero esserci piccoli scontri per un anno.

La direzione principale dell’intelligence del ministero della Difesa ucraino (GUR) e lo stato maggiore delle forze armate ucraine affermano che la Russia si sta preparando a portare libici e serbi a combattere in Ucraina, oltre ai mercenari siriani che sta già arruolando.

“Secondo le informazioni disponibili, è coinvolto un gran numero di militanti di altri paesi (Siria, Serbia)”, hanno affermato le forze armate ucraine.

I mercenari stranieri riceverebbero uno stipendio mensile di 300-600 dollari per combattere in Ucraina, con la Russia che approva il reclutamento di 16.000 volontari dal Medio Oriente.

x