Jannah Theme License is not validated, Go to the theme options page to validate the license, You need a single license for each domain name.
Salute e Benessere

OLIO DI CBD-Effetti,Benefici, proprietà e come scegliere un buon prodotto a Milano

Modulare la risposta immunitaria

Il CBD è inoltre in grado di ridurre la produzione di citochine in ammatorie come la proteina-1 alfa e la proteina-1 beta. Questa speci ca azione antin ammatoria potrebbe essere estremamente importante per modulare le risposte eccessive del sistema immunitario. E’ infatti tutt’ora in fase di sperimentazione nel trattamento di numerose patologie autoimmuni o in ammatorie [9].
Oltre agli effetti sopra citati, il cannabidiolo è anche un potente antiossidante, ed è quindi in grado di proteggere il nostro organismo dagli stress ossidativi e dai danni causati dall’attacco dei radicali liberi [1, 2].

Ridurre gli attacchi epilettici e le convulsioni

Le proprietà antiepilettiche dell’olio di CBD sono state di recente evidenziate da numerosi specialisti di fama mondiale. Il cannabidiolo sarebbe infatti in grado di ridurre la frequenza e l’intensità delle convulsioni e delle crisi epilettiche in casi altrimenti intrattabili perché non rispondenti a nessuna altra terapia.
Il CBD utilizzato nella terapia dell’epilessia resistente alla terapia convenzionale si sarebbe dunque rivelato straordinariamente ef cace specialmente nei bambini. I soggetti trattati hanno visto la frequenza degli attacchi ridotta no al 50%, e hanno mostrato inoltre un miglioramento signi cativo della loro qualità di vita [10, 11].
L’effetto antiepilettico dell’olio di CBD è conosciuta da secoli dalla medicina tradizionale, e solo di recente la scienza medica ne ha confermato l’ef cacia. Recentemente infatti il Brasile ha autorizzato l’uso del cannabidiolo per il trattamento dell’epilessia al pari degli altri anticonvulsivanti.

Proteggere il cervello e il sistema nervoso

Il CBD possiede una potente azione antiossidante giacchè in grado di prevenire i danni ossidativi causati dalle specie radicaliche come i ROS e il glutammato.
Questa azione, che è stata dimostrata essere per no superiore a quella della Vitamina C e della Vitamina E, è particolarmente bene ca nei confronti del cervello [12].
Il CBD è stato quindi suggerito come terapia di supporto nel trattamento di patologie neurodegenerative come il Morbo di Alzheimer e il Morbo di Parkinson.
Il CBD protegge inoltre il cervello dai danni causati dalle proteine beta-amiloidi e dalla mancata ossigenazione conseguente alle ischemie o ai traumi cerebrali. E’ in ne un agente molto promettente nella terapia della Sclerosi Laterale Amiotro ca [13, 14].

Pagina precedente 1 2 3 4Pagina successiva
Mostra di più

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio
Le più belle Immagini di Buongiorno nuove Per oggi Giovedì 06 Giugno 2024

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.