US president Joe Biden signed an executive order on Wednesday requiring the government to assess the risks and benefits of creating a central bank digital dollar, as well as other cryptocurrency issues, the White House said.

Bitcoin surged on the news as the administration’s holistic and deliberative approach calmed market fears about an immediate regulatory crackdown on cryptocurrencies.

In midday trading, Bitcoin rose 9.1 per cent to $42,280 (€38,184), on track for its largest percentage gain since February 28.

Biden’s order will require the US Treasury Department, the Commerce Department, and other key agencies to prepare reports on “the future of money” and the role cryptocurrencies will play.

Un’ampia supervisione del mercato delle criptovalute, che ha superato i 3 trilioni di dollari (2,7 trilioni di euro) nel mese di novembre, è essenziale per garantire la sicurezza nazionale degli Stati Uniti, la stabilità finanziaria e la competitività degli Stati Uniti, e contrastare la crescente minaccia del crimine informatico, hanno detto i funzionari dell’amministrazione.

Gli analisti vedono il tanto atteso ordine esecutivo come un forte riconoscimento della crescente importanza delle criptovalute e delle loro potenziali conseguenze per il sistema finanziario statunitense e globale.

“La crescita delle criptovalute è stata esplosiva”, ha detto Daleep Singh, vice consigliere per la sicurezza nazionale per l’economia, in un’intervista alla CNN.

Un ordine per promuovere l’innovazione responsabile
Le criptovalute e gli asset digitali possono influenzare il modo in cui le persone accedono alle banche, se i consumatori sono sicuri e protetti dalla volatilità, e il primato del dollaro USA nell’economia globale, ha detto.

Abbiamo gli occhi chiari sul fatto che “l’innovazione finanziaria” del passato troppo spesso non ha beneficiato le famiglie lavoratrici, mentre ha esacerbato la disuguaglianza e aumentato il rischio finanziario sistemico.
Brian Deese e Jake Sullivan

Direttore del Consiglio economico nazionale, consigliere per la sicurezza nazionale della Casa Bianca

L’ordine esecutivo è parte di uno sforzo per promuovere l’innovazione responsabile, ma attenua il rischio per i consumatori, gli investitori e le imprese, Brian Deese, direttore del Consiglio economico nazionale, e Jake Sullivan, consigliere per la sicurezza nazionale della Casa Bianca, hanno detto in una dichiarazione.

“Abbiamo gli occhi chiari sul fatto che l'”innovazione finanziaria” del passato troppo spesso non ha beneficiato le famiglie lavoratrici, mentre ha esacerbato la disuguaglianza e aumentato il rischio finanziario sistemico”, hanno detto.

Un obiettivo chiave è quello di correggere le inefficienze dell’attuale sistema di pagamenti degli Stati Uniti e promuovere l’inclusione finanziaria, in particolare degli americani poveri, circa il 5% dei quali non hanno attualmente conti bancari a causa delle tasse elevate, ha detto un funzionario.

Un’altra misura chiave dirige il governo a valutare l’infrastruttura tecnologica necessaria per una potenziale valuta digitale della Banca Centrale degli Stati Uniti (CBDC) – una versione elettronica delle banconote di dollari in tasca.

Ma ci potrebbero volere anni per sviluppare e introdurre un “dollaro digitale”, hanno ammonito mercoledì i funzionari dell’amministrazione, notando che la Federal Reserve a gennaio aveva sottoposto la questione al Congresso.

Andare avanti con un dollaro digitale?

I funzionari dell’amministrazione hanno detto che gli Stati Uniti stanno facendo molta attenzione a decidere se – e come – andare avanti con lo sviluppo di un dollaro digitale, dato il ruolo del dollaro come valuta di riserva primaria del mondo.

“Dobbiamo essere molto, molto deliberati su questa analisi perché le implicazioni del nostro movimento in questa direzione sono profonde per il paese che emette la valuta di riserva primaria del mondo”, ha detto uno dei funzionari.

L’ordine incoraggia anche la Federal Reserve a continuare gli sforzi di ricerca e sviluppo.

Nove paesi hanno lanciato valute digitali della banca centrale, e altri 16 – tra cui la Cina – hanno iniziato lo sviluppo di tali attività digitali, secondo il Consiglio Atlantico, portando alcuni a Washington a preoccuparsi che il dollaro potrebbe perdere parte del suo dominio a favore della Cina.

Il dollaro statunitense rimane sostenuto da fondamentali chiave, tra cui l’impegno alla trasparenza, lo stato di diritto e la piena indipendenza della Federal Reserve, ha detto il funzionario.

“Il ruolo del dollaro è stato e continuerà ad essere cruciale per la stabilità del sistema monetario internazionale nel suo complesso. Le valute digitali delle banche centrali straniere e la loro introduzione da sole non minacciano questo predominio”, ha detto il funzionario.

Alla domanda se la Cina potrebbe sviluppare un vantaggio competitivo se si muovesse prima, un funzionario dell’amministrazione ha detto che i funzionari statunitensi monitoreranno gli sviluppi con un occhio al mantenimento della centralità del dollaro nell’economia globale.

L’ordine chiede più di una dozzina di rapporti, compresi quelli della Securities and Exchange Commission e del Consumer Financial Protection Bureau, per valutare le questioni sollevate dalle criptovalute, compresi il rischio sistemico e la protezione dei consumatori.

Un obiettivo chiave è quello di rimediare alle inefficienze dell’attuale sistema di pagamenti degli Stati Uniti e stimolare l’inclusione finanziaria, soprattutto degli americani poveri, circa il 5% dei quali non hanno attualmente conti bancari a causa delle alte commissioni, ha detto un funzionario.

Previous articleFrasi e immagini Buongiorno e Buon Giovedì: le più belle del 10 marzo 2022
Next articleAmici 21 debutterà sabato 19 marzo alle 20.00 ET/PT, e il primo episodio sarà una doppia eliminazione.