La crisi globale della sicurezza alimentare è esacerbata dalla guerra in Ucraina, che ha colpito quasi un terzo del mercato mondiale del grano. Per fornire cibo alla popolazione e alle forze armate durante l’invasione russa, il governo ucraino ha deciso di creare scorte di cibo “sufficientemente grandi”, ha detto mercoledì sera il primo ministro Denis Smigal. Maggiori dettagli di seguito.

Come l’Ucraina sta combattendo la crisi alimentare

Il primo ministro ucraino Denis Smigal ha annunciato mercoledì sera, secondo il servizio stampa dell’esecutivo di Kiev, che il governo creerà scorte alimentari sufficienti per fornire cibo ai civili e alle forze armate per tutto il periodo Invasione russa del loro paese.

“Lo stato ricostituirà le scorte di grano e altri prodotti in quantità per il consumo annuale dell’intero paese, dai soldi del bilancio statale”, ha detto Smigal a Reuters.

“Questo fornirà cibo sufficiente per l’intero Paese”, ha aggiunto, senza fornire ulteriori dettagli.

Ricordiamo che l’Ucraina è un grande esportatore e produttore di cibo, ma l’invasione russa potrebbe ridurre notevolmente, secondo gli analisti agricoli, la superficie coltivata per il raccolto di grano nel 2022, il che porterebbe a carenze per l’Ucraina e il resto del mondo.

Qui la semina agricola viene effettuata a fine febbraio o inizio marzo. Pertanto, l’Ucraina ha affermato che gli agricoltori inizieranno a seminare in aree sicure, ma potrebbero dover affrontare una carenza di carburante e sementi.

Leggi anche: La città di Mariupol è rimasta senza acqua, cibo ed elettricità. Zelenski: “Un bambino è morto per disidratazione”

Che decisione hanno preso le autorità

Sullo sfondo del rischio di rimanere senza cibo, anche l’Ucraina ha deciso di farlo sospende le esportazioni di alcuni prodottiil suo governo ha annunciato domenica, riporta CNN.

Pertanto, le esportazioni di “carne, segale, avena, grano saraceno, zucchero, miglio e sale” saranno interrotte, secondo una dichiarazione del governo ucraino. Allo stesso tempo, le esportazioni di grano, mais, pollame, uova e olio verranno effettuate solo con il permesso del ministero dell’Economia, secondo la fonte.

A febbraio, l’indice dei prezzi alimentari delle Nazioni Unite ha raggiunto il massimo storico, principalmente a causa del maltempo e dell’aumento dei costi dell’energia e dei fertilizzanti.

Data l’importanza di Russia e Ucraina nel mercato mondiale del grano, il conflitto nel Paese guidato da Zelenski non fa che peggiorare la situazione. Insieme, i due rappresentano quasi il 30% delle esportazioni.

I più colpiti dalla crisi alimentare saranno i paesi del Medio Oriente e del Nord Africa, che già devono far fronte a un fabbisogno di importazione superiore al solito a causa degli scarsi raccolti locali.

Previous articleCorso Google AdSense Metodi di Guadagnare Clicks a Pagamento per AdSense 2022 – Video corso passo dopo passo
Next articleGli Stati Uniti si rifiutano di inviare aerei in Ucraina. Perché gli americani hanno paura