L’Ucraina è caduta nell’oscurità, come mostrano queste immagini satellitari dell’Europa illuminate di notte. L’Ucraina è stata in netto contrasto con il resto del continente da quando è iniziata la guerra lì. Sembra una zona buia circondata da paesi vicini illuminati.

Quello che è stato visto dal satellite sull’Ucraina

Questo immagine dalla NASA è stato realizzato il 7 febbraio 2022. Mostra l’aspetto dell’Ucraina un mese fa e prima che la Russia invadesse il 24 febbraio. I gruppi di luci nelle aree urbane, come le città o su alcune strade significative, vengono visualizzati in bianco sulla mappa.

Alcune delle luci bianche sembrano leggermente attenuate rispetto ad altre. Ciò è dovuto alla copertura nuvolosa. Ora è possibile vedere solo una piccola quantità di bianco, ma la maggior parte delle sorgenti luminose di notte si sono spente.

Possiamo anche vedere l’impatto della guerra sulle singole città e regioni dell’Ucraina. Kiev è in cima a queste immagini.

Alcune aree appaiono sfocate nell’immagine del 7 febbraio a causa delle nuvole. Nonostante ciò, la capitale è molto illuminata, con un’ondata di luce diretta verso l’esterno. Dozzine di piccoli punti coprono il resto dell’immagine.

Nelle immagini è visibile anche la Crimea, anch’essa poco illuminata.

Quello che è stato visto dal satellite sull'Ucraina
L’Ucraina vista dallo spazio di notte, il 7 marzo

Un mese dopo, l’intera area è quasi completamente buia. La luce proveniente da Kiev è molto bassa e solo poche altre luci sono visibili il 7 marzo, secondo lui news.sky.com.

La costa meridionale dell’Ucraina è un obiettivo chiave per la Russia e, di conseguenza, hanno avuto luogo molte battaglie, in particolare intorno a Kherson e Mykolaiv. Le luci intorno a Mykolaiv sono quasi completamente scomparse, mentre Kherson conserva una quantità molto piccola di luce visibile di notte.

Odessa, a ovest, è considerata uno dei prossimi obiettivi della Russia, ma finora non è stata attaccata allo stesso modo di Kherson e Mykolaiv. Nonostante ciò, molte delle luci della normalmente animata meta turistica si sono spente.

Le immagini mostrano anche la Crimea, un’area dell’Ucraina che è stata annessa alla Russia nel 2014. Le luci intorno a Sebastopoli, troncate sulla mappa in “Sev”, rimangono invariate nell’ultimo mese.

La Russia ammette di aver utilizzato reclute in Ucraina

Il Ministero della Difesa russo ha riconosciuto che alcune reclute, soldati che sono stati obbligatoriamente reclutati nell’esercito, partecipa all’invasione russa dell’Ucraina. In Russia, tutti gli uomini di età compresa tra i 18 ei 27 anni devono prestare un anno di servizio militare, anche se ci sono alcune eccezioni.

Arriva pochi giorni dopo Vladimir Putin ha negato che i coscritti fossero coinvolti in Ucraina, dicendo che venivano inviati solo soldati professionisti. Il ministero della Difesa ha affermato che alcuni dei soldati sono stati fatti prigionieri dalle forze ucraine.

“Purtroppo, abbiamo scoperto diversi fatti sulla presenza di reclute nelle unità che partecipano all’operazione militare speciale in Ucraina. Praticamente tutti questi soldati sono stati eliminati “, ha affermato il ministero della Difesa russo.

Previous articleSerie B, dieci giornate alla fine: la lotta promozione s’infiamma
Next articleAlcuni paesi dell’UE non sono d’accordo con la proposta di aderire all’adesione dell’Ucraina al blocco dell’UE