Il leader del Cremlino Vladimir Putin si è opposto con veemenza all’adesione dell’Ucraina alla NATO, con le tensioni tra la Russia e il suo vicino filo-europeo che sono finalmente sfociate in una guerra aperta dopo che il presidente russo ha annunciato una “operazione militare speciale” nelle regioni. parte orientale del paese. Si confermano così i timori di una possibile invasione, che esistevano da dicembre. Tuttavia, qual è il motivo per cui Putin non vuole l’Ucraina nell’alleanza militare occidentale?

Perché Putin vuole impedire all’Ucraina di entrare nella NATO

Il leader russo Vladimir Putin ha affermato qualche tempo fa che la Russia deve adottare misure “decise” e “rapide” per garantire la sicurezza del Paese dopo l’espansione degli Stati Uniti. Alleanza militare della NATO ai confini del suo paese, mentre sostiene i leader filo-occidentali a Kiev.

Il presidente russo ha anche affermato che Mosca intende effettuare la “smilitarizzazione e denazificazione” dell’Ucraina, promettendo così di porre fine agli otto anni di guerra in cui le forze governative hanno combattuto i separatisti filo-russi.

Poco dopo, sono state segnalate esplosioni alla periferia di Kharkov, Kramatorsk, Mariupol e della capitale Kiev, spingendo molti ucraini a fare la fila ai supermercati, ai bancomat e alle stazioni di servizio per prepararsi all’assedio. per cercare di scappare, osserva indipendente.co.uk.

Oggi segna due settimane di guerra in Ucraina e le opinioni sul vero motivo per cui Putin non vuole che l’Ucraina aderisca alla NATO sono divise. Ma una cosa è certa: la questione dell’ingresso dell’Ucraina nell’alleanza militare occidentale è un’ossessione di vecchia data per il presidente russo, che ricorda ancora “amaramente” le conseguenze del crollo dell’Unione Sovietica sotto il predecessore Boris Eltsin negli anni ’90 , secondo la fonte. citazioni.

Leggi anche: Vladimir Putin avverte i Paesi occidentali dopo le ultime sanzioni: “Soffrirai anche tu”

“L’Ucraina è il gioiello della corona che ha perso”

Questo è stato descritto da Putin come “un decennio di umiliazioni” in cui gli Stati Uniti, sotto Bill Clinton, hanno imposto la loro “visione dell’ordine in Europa”, mentre i russi non potevano fare altro che “tenersi da parte e guardare”. “Secondo l’esperto diplomatico James Goldgeier.

Secondo il quotidiano britannico, il leader del Cremlino si rammarica ancora della graduale espansione dell’alleanza verso est, a cui si sono uniti nel 1999 gli ex satelliti sovietici (Repubblica Ceca, Ungheria e Polonia), seguiti da Bulgaria, Estonia, Lettonia, Lituania, Romania . , Slovacchia e Slovenia nel 2004.

Altri analisti politici, citati da CNNaffermare che Vladimir Putin vuole invasione dell’Ucraina per un motivo personale. Il presidente russo ha più volte affermato che il crollo dell’URSS è “la più grande catastrofe geopolitica del secolo scorso”, deplorando soprattutto la perdita dell’ex repubblica sovietica, l’Ucraina.

“L’Ucraina è il gioiello della corona che ha perso”, ha detto alla CNN Susan Glasser, autrice di “L’ascesa del Cremlino”.

Lo stesso Putin ha affermato che gli ucraini erano “una parte antica e inseparabile della nazione russa”.

Il leader russo mette in dubbio la legittimità degli attuali confini dell’Ucraina, sostenendo che gran parte dell’Ucraina moderna occupa le storiche terre russe.

“Ora vede il governo ucraino favorevole all’Occidente come un pericolo per il suo ideale”, ha detto Glasser.

Da parte sua, John Sipher, l’ex capo del programma della CIA per la Russia, ha affermato che “Come i paesi dell’Impero russo, Putin vuole lasciarsi alle spalle un paese forte che altri temono, una grande potenza che è vista come una minaccia, non un paese ignorato”.

x