La Germania non invierà certamente aerei da guerra in Ucraina, ha detto mercoledì il cancelliere Olaf Scholz dopo che gli Stati Uniti hanno rifiutato l’offerta della Polonia di trasferire i MiG-29 di fabbricazione russa in una base statunitense in Germania.

La Germania non invierà caccia

“Abbiamo fornito ogni tipo di equipaggiamento per la difesa e abbiamo inviato armi di cui vi ho parlato, ma è anche vero che dobbiamo considerare molto attentamente quello che stiamo facendo concretamente e di certo gli aerei da guerra non ne fanno parte”. Scholz ha detto in una conferenza stampa con il primo ministro canadese Justin Trudeau Reuters.

Alla domanda se la Germania fosse fortemente contraria al divieto delle importazioni di energia dalla Russia, Scholz ha affermato di aver lavorato per diversi mesi per ridurre la dipendenza del Paese dalle importazioni di combustibili fossili. “Ci sono molte questioni tecniche che devono essere affrontate”Egli ha detto.

Nel Regno Unito, nel frattempo, Downing Street dice che è “insostenibile” Piloti e aerei della NATO per abbattere gli aerei russi. Un portavoce del primo ministro afferma che Boris Johnson ha “ripetutamente affermato” di essere impegnato a “fornire le armi di cui l’Ucraina ha bisogno”.

Il Regno Unito ha precedentemente affermato che sta espandendo la sua fornitura di armi all’Ucraina inviando altri 1.615 missili anticarro leggeri, oltre a missili Javelin a lungo raggio, e mira a inviare missili terra-aria.

Il segretario alla Difesa britannico Ben Wallace ha annunciato che la Gran Bretagna sta aumentando la fornitura di armi all’Ucraina per difendersi. Il Regno Unito ha già consegnato 2.000 missili anticarro NLAW. Wallace ha detto ai legislatori che il numero stava salendo a 3.615.

Inoltre, Wallace ha affermato che il Regno Unito sta fornendo all’Ucraina un piccolo lotto di armi anticarro Javelin e sta esaminando la possibilità di inviare missili terra-aria Starstreak in Ucraina. Ha affermato che il Regno Unito ha anche fornito armi leggere, giubbotti antiproiettile, cuffie, razioni e forniture mediche all’Ucraina.

La Russia ammette di aver utilizzato reclute in Ucraina

Il Ministero della Difesa russo ha riconosciuto che alcune reclute, soldati che sono stati obbligatoriamente reclutati nell’esercito, partecipa all’invasione russa dell’Ucraina. In Russia, tutti gli uomini di età compresa tra i 18 ei 27 anni devono prestare un anno di servizio militare, anche se ci sono alcune eccezioni.

Arriva pochi giorni dopo Vladimir Putin ha negato che i coscritti fossero coinvolti in Ucraina, dicendo che venivano inviati solo soldati professionisti. Il ministero della Difesa ha affermato che alcune reclute sono state fatte prigioniere dalle forze ucraine.

“Purtroppo, abbiamo scoperto diversi fatti sulla presenza di reclute nelle unità che partecipano all’operazione militare speciale in Ucraina. Praticamente tutti questi soldati sono stati rimossi “, ha affermato il ministero della Difesa russo, promettendo di impedirne il ripetersi.

Previous article400 ucraini sono stati detenuti a Kherson dopo essersi opposti alle forze russe
Next articleSerie B, dieci giornate alla fine: la lotta promozione s’infiamma