Le restrizioni non hanno precedenti dall’era sovietica, quando le autorità mantenevano severi controlli sulla valuta. La Banca centrale russa ha fortemente inasprito le restrizioni valutarie tra le paralizzanti sanzioni occidentali sulla guerra in Ucraina.

L’economia russa è sull’orlo del collasso

La banca ha ordinato alle banche commerciali del paese di limitare l’importo che i clienti possono prelevare dai loro depositi in valuta estera a $ 10.000 in dollari USA. Di conseguenza, qualsiasi importo eccedente questo importo dovrebbe essere ritirato in rubli ai tassi di cambio correnti inews.co.uk.

Ha anche detto alle banche commerciali di smettere di vendere valuta forte ai clienti, una mossa che probabilmente aumenterà il mercato nero dei cambi, con le vendite di valuta estera sospese fino al 9 settembre. Le restrizioni non hanno precedenti rispetto all’era sovieticaquando le autorità hanno mantenuto severi controlli sui cambi.

La Banca centrale ha osservato che i controlli sui cambi sono stati rafforzati dalle sanzioni occidentali che hanno congelato gran parte delle riserve valutarie della Banca centrale.

Poche ore dopo, il presidente Vladimir Putin ha emesso un’ordinanza che limita o vieta l’importazione e l’esportazione di determinati prodotti e materie prime. Un elenco di prodotti che saranno soggetti a restrizioni e/o banditi non è stato ancora definito dal governo, riporta il media statale russo, RIA.

La mossa arriva quando l’economia della nazione sembra pericolosamente vicina al collasso, poiché è colpita dalle sanzioni occidentali che hanno paralizzato le sue banche e l’industria finanziaria. Fitch ha declassato il rating sovrano russo di sei livelli più in là in territorio indesiderato martedì da “C” a “B”, affermando che un’insolvenza del debito è imminente.

Morgan Stanley lo aveva avvertito in precedenza La Russia potrebbe sbagliarsi dei suoi debiti dalla metà del prossimo mese.

Simon Waever, responsabile globale della strategia di credito sovrano della società per i mercati emergenti, ha dichiarato lunedì: “Vediamo che un default è lo scenario più probabile. In caso di mancato pagamento, è improbabile che sia normale, mentre il Venezuela è forse il confronto più rilevante”.

Il mercato azionario russo rimarrà chiuso mercoledìha affermato la Banca di Russia, proseguendo la chiusura iniziata il 28 febbraio, nel tentativo di fermare il crollo dei prezzi, mentre gli investitori hanno fretta di ritirare i loro soldi dal Paese.

Previous articleLa Russia potrebbe andare in bancarotta, riferisce Fitch. Cosa significa questo
Next articleCosa succede alle centrali nucleari di Chernobyl e Zaporozhye dopo che sono state occupate dai russi