Tre giorni dopo l’incontro del primo ministro Naftali Bennett con il presidente russo Vladimir Putin a Mosca, i dettagli stanno cominciando a emergere. Secondo coloro che sono stati informati sui dettagli dell’incontro, la situazione attuale è che la Russia ha offerto una versione “finale” della sua offerta per porre fine alla crisi, che il presidente ucraino Volodymyr Zelensky deve accettare o rifiutare.

Che decisione difficile deve prendere Zelenski

La proposta è stata considerata “difficile” ma non “impossibile”, affermano le fonti. È peggio di quanto Zelenski avrebbe ottenuto prima dell’invasione, ma “i divari tra le parti non sono grandi”. Putin ha ordinato alle sue forze di fermarsi e di conseguenza è stato emesso un cessate il fuoco in attesa della decisione di Zelensky jpost.com.

Se il presidente dell’Ucraina respingerà la proposta, è probabile che accada l’ipotesi del presidente francese Emmanuel Macron che “il peggio è davanti a noi”. In quello scenario, Putin ordinerà al suo esercito di cambiare la faccia dell’Ucraina.

Zelenski è combattuto, dicono le fonti. Da un lato, gode di un’immensa popolarità ed è diventato il perfetto Che Guevara. D’altra parte, sa benissimo quale fu la fine del leader rivoluzionario e guerrigliero argentino.

Zelensky potrebbe rafforzare l’indipendenza dell’Ucraina, ma dovrà pagare un prezzo elevato, affermano le fonti. Dovrebbe essere costretto a rinunciare alla contesa regione del Donbas, a riconoscere ufficialmente i dissidenti filo-russi in Ucraina, a promettere che l’Ucraina non si unirà alla NATO, a ridurre il suo esercito e a dichiarare la sua neutralità. Se rifiuta la proposta, il risultato potrebbe essere terribile: migliaia, forse decine di migliaia di ucraini moriranno e c’è un’alta probabilità che il suo Paese perda completamente la sua indipendenza.

Kiev non ha condiviso con l’Occidente quanto accaduto nei negoziati

Secondo fonti a conoscenza della questione, il viaggio di Bennett a Mosca non aveva lo scopo di mediare tra le parti e non è stata formalmente offerta alcuna proposta di arbitrato. Piuttosto, il viaggio aveva lo scopo di avere un’idea della posizione di Putin, del suo umore e delle sue linee rosse, e di segnalarle all’Occidente.

I veri negoziati, secondo le fonti, si svolgono direttamente tra Russia e Ucraina e sono molto più seri di quanto dice l’Occidente. Kiev non ha condiviso con l’Occidente quanto accaduto nei negoziati, perché non vogliono alleviare il senso di urgenza globale.

Ma in realtà, Gli ucraini sanno molto bene quali sono le affermazioni di Putin e so che dovranno prendere una decisione drammatica nei prossimi giorni. Nessuno farà pressione sugli ucraini, hanno detto le fonti; la decisione è di Zelenski.

Ma una cosa è certa: Putin è determinato e le crescenti complicazioni dell’invasione non lo scoraggeranno. Al contrario, non può tornare, quindi più è difficile la guerra, più aumentano le perdite, più sarà costretto a mostrare reali conquiste. L’impressione è che, nonostante le previsioni di una rapida vittoria sull’esercito ucraino si siano rivelate false, Putin sia determinato come sempre.

Previous articleChi è la mamma di LDA? Amici 21, LDA figlio di Gigi D’Alessio
Next articleOpale prezzo, nero o bianco, pietra, proprietà