Nel contesto delle sanzioni occidentali, la Russia ha annunciato mercoledì che stava lavorando a una risposta rapida, che si sarebbe fatta sentire nelle aree più sensibili. Il paese sotto Vladimir Putin sta attualmente affrontando la peggiore crisi dalla caduta dell’Unione Sovietica nel 1991. Scopri quali sanzioni sta preparando la Russia per i paesi occidentali.

Putin avverte i paesi occidentali delle ultime sanzioni

La Russia ha inviato un messaggio di avvertimento all’Occidente mercoledì, dicendo che stava lavorando a una risposta alle sanzioni che sarebbe stata rapida e sentita nelle aree più sensibili mentre il paese di Putin affronta la sua peggiore crisi. alla caduta dell’Unione Sovietica nel 1991.

La risposta della Russia arriva quando l’Occidente ha imposto sanzioni paralizzanti su quasi l’intero sistema finanziario e aziendale dopo che il leader di Mosca ha iniziato la guerra in Ucraina il 24 febbraio.

“La reazione della Russia sarà rapida, attenta e sensibile a coloro a cui si rivolge”, ha affermato dall’agenzia di stampa RIA Dmitry Birichevsky, direttore del dipartimento per la cooperazione economica del ministero degli Esteri. Reuters.

Martedì, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha imposto un divieto immediato alle importazioni di petrolio russo (maggiori dettagli trovati QUI) in risposta all’invasione dell’Ucraina.

“Vietiamo tutte le importazioni di petrolio e gas russi. Ciò significa che il petrolio russo non sarà più accettato nei porti americani, e il popolo americano darà un altro duro colpo alla macchina da guerra del presidente russo Vladimir Putin”, il presidente dei giornalisti ha detto loro alla Casa Bianca.

Leggi anche: I russi sembrano dire: “Non ci interessano le tue sanzioni, abbiamo soluzioni a tutto”. Il nuovo modo di fantasticare sugli Stati Uniti e l’Occidente

“E soffrirai”

Allo stesso tempo, la Russia lo ha avvertito dall’inizio di questa settimana il prezzo del petrolio potrebbe salire fino a più di 300 dollari al barile se gli Stati Uniti e l’Unione Europea (UE) vietano le importazioni di petrolio dal paese.

Mosca afferma che l’Europa consuma circa 500 milioni di tonnellate di petrolio all’anno, di cui circa il 30% (o 150 milioni di tonnellate) è fornito dalla Russia, insieme a 80 milioni di tonnellate di prodotti petrolchimici.

Previous articleUna compagnia ucraina offre 1 milione di dollari a ogni pilota russo che cede il suo aereo
Next articleAcconciature 2022 💁🏻♀️ Tutte le acconciature di tendenza