Mentre nove nazioni hanno chiesto all’Unione Europea (UE) di concedere lo status di candidato all’Ucraina, la Germania, ad esempio, sta cercando di guadagnare tempo prima di prendere una decisione. Bloomberg. Allo stesso tempo, questa settimana diversi Stati membri hanno votato contro la proposta di unirsi al blocco dell’Ucraina nel blocco dell’UE. Maggiori dettagli nei paragrafi seguenti.

Bloomberg: Alcuni paesi non sono d’accordo con l’adesione dell’Ucraina all’UE

Secondo Bloomberg, diversi paesi dell’Europa occidentale respingono la richiesta al blocco dell’UE di concedere all’Ucraina il cosiddetto status di candidato, un primo passo sulla lunga strada verso l’adesione all’UE.

La Germania, i Paesi Bassi e gli altri Stati membri dell’UE vogliono prima che il ramo esecutivo dell’UE dia la sua opinione sulla disponibilità dell’Ucraina processo di adesioneprima di prendere una decisione politica, hanno affermato anche i diplomatici, rivelando i dettagli dei colloqui privati ​​che hanno avuto luogo prima di un vertice in Francia, questa settimana.

D’altra parte, i presidenti degli Stati che sostengono l’adesione dell’Ucraina al blocco hanno chiesto all’Unione europea di concederle immediatamente lo status di paese candidato e di aprire i negoziati di adesione. Parliamo di nove Stati membri dell’Europa centrale e orientale, guidati dalla Polonia e dalle tre nazioni baltiche.

“Noi Presidenti degli Stati membri dell’UE: Repubblica di Bulgaria, Repubblica Ceca, Repubblica di Estonia, Repubblica di Lettonia, Repubblica di Lituania, Repubblica di Polonia, Repubblica Slovacca e Repubblica di Slovenia, con forza credo che l’Ucraina meriti un’adesione immediata all’UE”. in una lettera aperta, pubblicata pochi giorni fa.

Leggi anche: Il ministro degli Esteri ucraino si oppone alle offerte dell’UE di Moldova e Georgia. Quali ragioni invoca?

“C’è ancora molta strada da fare”

I leader dell’UE discuteranno della candidatura all’adesione dell’Ucraina quando si incontreranno a Parigi per due giorni giovedì.

I leader potrebbero quindi rappresentare lo status di candidato dell’Ucraina e iniziare così il lungo processo di negoziazione dei pieni diritti di adesione, oppure potrebbero trovare una posizione di compromesso, come lo sviluppo di una stretta relazione a lungo termine in tutti loro. le principali aree politiche, tra Ucraina e UE, senza lo status di candidato.

“L’UE e l’Ucraina sono ora più vicine che mai. C’è ancora molta strada da fare. Dobbiamo porre fine a questa guerra. E dovremmo parlare dei prossimi passi. Ma nessuno può dubitare che un popolo che difende così coraggiosamente il nostro I valori europei appartengono alla nostra famiglia europea”, ha scritto in un post su Twitter il capo di stato maggiore della CE Ursula von der Leyen.

Ve lo ricordiamo Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyha chiesto ufficialmente l’adesione dell’Ucraina all’Unione europea alla fine del mese scorso.

“I nostri soldati non stanno solo combattendo per il nostro Paese, stanno combattendo per l’intera Europa. Per tutti i bambini in Europa. Siamo grati ai nostri partner per essere con noi, ma il nostro obiettivo è stare con tutti gli europei e, soprattutto , a parità di condizioni”, ha affermato il leader di Kiev.

La solidarietà, l’amicizia e l’assistenza senza precedenti dell’UE per #Ucraina sono incrollabili.

Discuteremo la domanda di adesione dell’Ucraina nei prossimi giorni.

– Charles Michel (@eucopresidente) 7 marzo 2022

x