Nei territori temporaneamente occupati, il nemico sta cercando di imporre un regime amministrativo-polizia e ha portato a Kherson le guardie russe, che hanno già arrestato più di 400 cittadini ucraini.

400 ucraini detenuti a Kherson

“Il quattordicesimo giorno dell’eroica resistenza del popolo ucraino all’invasione militare russa continua. Il nemico ha rallentato in modo significativo l’avanzata delle truppe, ma non ha rifiutato di condurre un’operazione offensiva. L’occupante russo sta perdendo manodopera e attrezzature, personale demoralizzato , resa o diserzione”, pubblicato su Facebook il servizio stampa dello Stato maggiore delle forze armate ucraine.

Come accennato, il nemico continua a concentrare i suoi sforzi l’accerchiamento di Kiev, la cattura delle città di Sumy, Kharkov, Mariupol e Mykolayiv e la fornitura di un corridoio terrestre tra TOT della Repubblica Autonoma di Crimea e la Federazione Russa. Cerca costantemente di raggiungere i confini amministrativi delle regioni di Lugansk e Donetsk.

Le riserve nemiche continuano a formarsi nei punti di schieramento permanente per ulteriori trasferimenti in alcune aree dell’Ucraina.

“A causa della feroce resistenza dei residenti di Kherson, gli occupanti stanno cercando di imporre un regime amministrativo-polizia, per il quale le unità della Guardia Russa sono state dispiegate nella regione di Kherson e detenuto illegalmente più di 400 cittadini ucraini”, afferma il rapporto.

In direzione di Volyn, il nemico non sta effettuando azioni offensive, ma c’è un’alta probabilità di sabotaggio di installazioni militari e infrastrutture civili nelle regioni di Rivne e Lviv da parte dei gruppi di sabotaggio e ricognizione degli occupanti.

Esercito russo, un altro tentativo di prendere Kiev

Nella direzione di Polissya, il nemico agisce con l’aiuto di unità separate del 29°, 35° e 36° esercito integrale della flotta del Pacifico e dell’aeronautica militare della Federazione Russa. Dopo un’offensiva fallita, un numero significativo di unità del gruppo d’attacco occupante ha subito vittime e sono state frettolosamente ritirate nelle aree di recupero. L’equipaggiamento da combattimento di solito non viene evacuato dal nemico.

Secondo le informazioni disponibili, il nemico si riorganizza in preparazione un altro tentativo di prendere Kiev. Dopo un’offensiva fallita in direzione di Fastiv, il nemico cerca di riprendere le operazioni offensive in questa direzione.

Dirigendosi a nord, il nemico, con l’aiuto di unità separate di 2, 41 eserciti generali e 90 divisioni di carri armati del distretto militare centrale, sta cercando di riprendere l’offensiva.

Con la forza al BTGr, il nemico ha attraversato il fiume Trubizh, bloccando l’autostrada E95 nell’area dell’insediamento di Zalissya. Il nemico ha subito vittime alla periferia di Chernivtsi e in altre aree. Al fine di ripristinare la capacità di combattimento del gruppo, il BTGr di 55 brigate di fanteria motorizzata separate da 41 eserciti integrali del distretto militare centrale dalla riserva operativa è stato trasferito nel territorio dell’Ucraina.

In direzione di Slobozhansky, le forze nemiche separano le unità dei carri armati della 1a armata (fino a 11 BTGr), l’intero esercito della 20a armata (fino a 8 BTGr), l’intero esercito della 6a armata (fino a 3 BTGr) l’esercito del distretto occidentale, il La 14a flotta dell’esercito della flotta settentrionale (a 1 BTGr) sta cercando di mantenere la linea dalla città di Severodonetsk alla città di Sumy. Gli sforzi principali sono concentrati sul tentativo di aggirare la città di Kharkov e raggiungere la barriera sul fiume Dnepr. Sono in corso i preparativi per l’attacco a Sumy. Il nemico concentra gli aerei dell’esercito per garantire l’azione in aria.

In direzione di Donetsk, gli occupanti del 1°, 2° Corpo d’armata e unità separate della 150a divisione fucili a motore dell’8a armata generale (fino a 7 BTGr) stanno cercando di continuare le operazioni offensive nelle aree precedentemente selezionate per raggiungere il confini amministrativi delle Regioni. Donetsk e Lugansk.

In direzione di Tavriya, il nemico, con l’aiuto di unità separate del 49° generale dell’esercito, del 22° corpo d’armata, della 20a divisione di fucili motorizzati dell’8° armata e delle truppe aviotrasportate (fino a 17 BTGr) detiene il confine di Kherson. la Rozivka. I tentativi di forzare il fiume Bug meridionale sono falliti. Usa l’aeroporto internazionale di Kherson per basare gli aerei da combattimento.

Nell’area operativa di South Buh, gli occupanti russi sono al confine tra Kherson e Kahovka. Unità separate della 49a armata del distretto militare meridionale furono fermate a nord-est di Mykolayiv lungo il fiume Ingul.

Previous articlePerché Putin vuole davvero impedire all’Ucraina di aderire alla NATO? Qual’è il rischio?
Next articleNon invierà jet da combattimento