Un tribunale tedesco ha avviato un’indagine su possibili “crimini di guerra” commessi dalla Russia in Ucraina, ha affermato una fonte giudiziaria martedì. Lo scopo dell’indagine, secondo le dichiarazioni alla stampa del ministro della Giustizia tedesco, Marco Buschmann, è quello di “raccogliere e mettere al sicuro tutte le prove” per un’eventuale azione penale. Maggiori dettagli di seguito.

I crimini in Ucraina sono oggetto di indagine da parte della magistratura tedesca

La Procura generale tedesca ha avviato un’indagine su possibili crimini di guerra commessi dall’esercito russo in Ucraina dall’inizio dell’invasione nel paese confinante filo-europeo il 24 febbraio, ha reso noto martedì una fonte giudiziaria, riporta l’Afp, citato dalla cronaca. .ro.

La fonte giudiziaria ha confermato all’Afp l’apertura di un’indagine al fine di “raccogliere e mettere al sicuro tutte le prove”, secondo le dichiarazioni alla stampa del ministro della Giustizia tedesco, Marco Buschmann.

“Qualsiasi violazione del diritto penale internazionale deve essere proseguita in modo coerente”, ha affermato Marco Buschmann in un’intervista alla Passauer Neue Presse.

Secondo lui, i ministri della Giustizia dell’Unione Europea (UE) hanno anche concordato procedure per documentare possibili crimini di guerra nel Paese guidati da Volodymyr Zelensky.

Leggi anche: Il tribunale dell’Aia è coinvolto nella guerra Russia-Ucraina. Che annuncio hanno fatto i giudici

Cosa rischia il Paese guidato da Vladimir Putin

Come accennato in precedenza, l’indagine avviata dalla Procura federale tedesca responsabile dei fascicoli sensibili, denominata “strutturale”, mira a raccogliere documenti e testimonianze sulle atrocità in Ucraina.

Ricordiamo che alcuni giorni fa la Corte penale internazionale (CPI) dell’Aia ha sentito sospetti simili e sta indagando, dalla scorsa settimana, accuse di crimini contro l’umanità e genocidio.

Allo stesso tempo, una risoluzione che chiedeva l’istituzione di una commissione internazionale d’inchiesta violazioni dei diritti umani e del diritto umanitario in Ucraina È stato approvato dalla stragrande maggioranza del Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite venerdì (4 marzo) nel contesto dell’invasione russa dell’Ucraina.

L’Ucraina accusa la Russia di affermare falsamente che “atti di genocidio” sono avvenuti nelle regioni separatiste di Lugansk e Donetsk, come pretesto per svolgere successivamente una “operazione militare speciale” contro l’Ucraina.

Ricordiamo che la Russia ha invaso l’Ucraina il 24 febbraio e sta ancora conducendo una sanguinosa guerra sull’intero territorio ucraino.

Previous articleZelenski afferma che la Russia attaccherà la NATO dopo la decisione degli Stati Uniti di vietare le importazioni di petrolio russo
Next articleChi è Francesca Manzini di Striscia la Notizia? Età, Fidanzato e Instagram