L’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump fa un’altra dichiarazione allucinatoria nel contesto della guerra in Ucraina: “Mettiamo la bandiera cinese sui combattenti e bombardiamo la Russia finché non va all’inferno”. Siamo già al dodicesimo giorno di guerra e Trump sta trovando il tempo per scherzare. Le dichiarazioni controverse sono state fatte in un discorso di 84 minuti e quello che hai detto ti scioccherà.

Donald Trump ha rovesciato la guerra in Ucraina

L’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump è in piedi il sanguinoso conflitto in Ucraina. In un incontro con i donatori del Partito Repubblicano, ha ritenuto opportuno scherzare sulla guerra che ha causato migliaia di vittime.

In un discorso a importanti donatori del suo partito politico, l’ex presidente ha proposto, ovviamente per scherno, che gli Stati Uniti “mettessero la bandiera cinese” sui caccia americani F-22 e poi bombardassero la Russia. ” Maledizione “, perché potesse scoppiare una guerra tra Pechino e Mosca.

E poi diciamo: “Ce l’ha fatta la Cina!” Quindi loro (i russi e i cinesi – no.) Iniziano a litigare tra loro e noi ci sediamo e guardiamo “, ha detto Trump. Servizio via cavo Canada.

La sua proposta fece ridere. Le controverse dichiarazioni sono state fatte in un discorso di quasi un’ora e mezza (84 minuti), tenuto a un evento repubblicano a New Orleans.

Leggi anche: LIVE Guerra in Ucraina. Il 12° giorno. La Russia aprirà corridoi umanitari in diverse città. Zelensky avverte Putin

“Ci sediamo sulle nostre spalle e guardiamo”

Nel suo discorso di sabato, Donald Trump ha elogiato il leader nordcoreano Kim Jong Un, che ha descritto come un “uomo davvero duro”.

Non ha potuto esimersi dal criticare l’attuale presidente degli Stati Uniti Joe Biden, ribadendo il mantra della frode elettorale stabilito dal Partito Democratico nelle elezioni presidenziali americane del 2021.

Anche prima di dichiarare guerra all’Ucraina, Donald Trump ha elogiato anche il leader russo Vladimir Putin, definendo “brillante” la sua decisione di riconoscere l’indipendenza delle due province separatiste del Donbas, nell’Ucraina orientale.

Il quarto giorno di Guerra Russia-Ucrainal’ex presidente degli Stati Uniti ha avuto un’altra sbandata allucinatoria, dicendo che “il problema non è che Putin sia intelligente, perché, ovviamente, è intelligente. Il vero problema è che i nostri leader sono così stupidi”.

Trump: Putin non avrebbe mai invaso l’Ucraina se fossi rimasto presidente

Sempre sabato Trump ha affermato che Putin non avrebbe mai invaso l’Ucraina se fosse rimasto presidente degli Stati Uniti.

“Conoscevo molto bene Putin. Non l’avrebbe fatto. Non l’avrebbe mai fatto”, ha insistito l’ex presidente.

Secondo lui, la Cina invaderà anche Taiwan più velocemente del previsto, “perché loro (i cinesi – no) possono vedere quanto male siano gestiti gli Stati Uniti”.

“(I cinesi) vedono i nostri leader come incompetenti e, ovviamente, lo faranno – questo è il loro momento”, ha detto Trump in un’intervista a Fox Business.

Previous articleKiev sta per essere presa d’assalto dalle truppe di Putin. Cosa dicono gli ucraini
Next articleIl piano dell’Europa per rompere la sua dipendenza dalle importazioni di gas dalla Russia