Vladimir Putin ci ha abituato in questi giorni alle dichiarazioni e soprattutto ai gesti molto aggressivi. Dieci giorni fa ha ordinato al suo esercito di attaccare l’Ucraina e cinque giorni fa ha messo le sue truppe in allerta nucleare. Il presidente russo è apparso ancora oggi in un incontro con gli assistenti di volo delle compagnie aeree, trasmesso in diretta dalla televisione nazionale. Ha avvertito la NATO di non cercare di imporre una no-fly zone in Ucraina.

Vladimir Putin minaccia di nuovo la Nato

Vladimir Putin sta giocando di più, però sono iniziate le sanzioni economiche sentirsi in Russia, e gli oligarchi vicini al regime del Cremlino stanno cercando di vendere le loro attività, ville, aerei e yacht.

Il leader del Cremlino sembrava calmo in un incontro con gli assistenti di volo in cui ha affermato di non aver intenzione di introdurre la legge marziale. Ha risposto al presidente Volodymyr Zelinskydopo aver chiesto alla NATO di imporre un’area sull’Ucraina dove gli aerei non sarebbero stati ammessi.

“Considereremo qualsiasi sviluppo del genere come una partecipazione al conflitto armato di qualsiasi paese nel cui territorio è presente una minaccia per il nostro esercito”, ha detto all’AFP.

impoverire un po'
Vladimir Putin

“Le persone del Donbas non sono cani randagi”

Vladimir Putin ha descritto la guerra in Ucraina come una “operazione militare speciale” che ha detto essere giustificata.

“L’ho detto all’inizio dell’operazione e l’ho detto prima che questa decisione fosse presa. Una decisione difficile, senza dubbio. Stiamo iniziando a parlare sempre più attivamente del fatto che l’Ucraina sarà accettata nella NATO. Capisci? a cosa potrebbe portare, o dove potrebbe portare in questo momento?”, ha chiesto il leader russo, citato da EFE e rilevato da Agerpres.

Ha ribadito che le truppe russe erano entrate in Ucraina il 24 febbraio per difendere la popolazione filo-russa nel Donbas.

“Senti, la gente del Donbas non è un cane randagio. Negli anni sono morte tra le 13.000 e le 14.000 persone. Più di 500 bambini sono stati uccisi o mutilati.

Ma l’Occidente ha scelto di non accorgersene per otto anni. Ascolta, otto anni”, ha detto Putin, riferendosi alla guerra iniziata nel 2014 in seguito al cambio di regime a Kiev e all’annessione del territorio ucraino alla Crimea da parte della Russia.

Il leader del Cremlino ha affermato che la Russia vuole che l’Ucraina sia “smilitarizzata”, “denazificata” e che dovrebbe avere uno status neutrale.

Previous articleLoL 3 quando esce? Cast, in Italia, possibile data, Amazon
Next articleVladimir Putin avertizează NATO, armata rusă a fost acuzată că nu a respectat „încetarea focului”