Dopo nove giorni di guerra, le forze russe non sono ancora riuscite a riconquistare le principali città dell’Ucraina. Mariupol è sotto blocco, annuncia il sindaco. Le sirene suonano a Chernihov, i combattimenti di strada sono in corso a Sumi e Kiev è ancora circondata da un’impressionante colonna di veicoli militari. Il presidente ucraino Volodimir Zelenski venerdì ha criticato la decisione “deliberata” della NATO di non creare una no-fly zone in Ucraina per proteggere il paese dai raid aerei russi.

Giornalisti sparati vicino a Kiev

AGGIORNAMENTO 5 MARZO, 07:38 Una squadra di giornalisti dell’emittente britannica Sky News ha subito un’imboscata mentre cercava di raggiungere la città di Bucha, vicino a Kiev.

Due giornalisti sono stati colpiti: il giornalista Stuart Ramsay nella schiena e il cameraman Richie Mockler ha preso diversi proiettili nella sua armatura. Il team di Sky News è stato evacuato nel Regno Unito.

Lotta di strada a Sumi, raid aereo a Chernikov

AGGIORNAMENTO 5 MARZO, 07:28 Combattimenti di strada sono in corso nelle strade di Sumi, riferisce il Kyiv Independent. Si consiglia alla popolazione di mettersi al riparo.

A Chernivchihov, le sirene sono state sentite sabato mattina e ai residenti è stato consigliato di dirigersi verso il rifugio più vicino.

La città portuale di Mariupol sotto blocco

1
2
3
4
Previous articlePerché l’euro e il dollaro sono saliti, quanto tempo potrebbe volerci per tornare alla normalità e, soprattutto, quali soluzioni abbiamo?
Next articleVolodimir Zelenski, duro discorso contro la NATO: hanno dato il via libera per continuare a bombardare l’Ucraina