La Romania piange i suoi eroi. Il ministero della Difesa nazionale ha stabilito quando si svolgeranno le cerimonie militari e religiose per i soldati rumeni morti negli incidenti aerei avvenuti nella contea di Costanza.

Onori militari per coloro che hanno perso la vita negli incidenti nella contea di Costanza

La Romania ha perso otto soldati questa settimana. Un MIG 21 si è schiantato e l’elicottero inviato per un’operazione di soccorso ha avuto la stessa triste sorte.

Il Ministero della Difesa Nazionale ha stabilito quando si svolgeranno le cerimonie.
Le cerimonie militari e religiose organizzate per la sepoltura dei soldati uccisi negli incidenti aerei avvenuti la sera del 2 marzo, si svolgeranno sabato 5 e domenica 6 marzo a Constanța, Bucarest e a Lunca Corbului , dalla contea di Arges.
Sei degli otto soldati caduti saranno sepolti nel Cimitero degli Eroi a Costanza.
I cadaveri del capitano-comandante (pm) Bogdan Florin, tenente (pm) Banu Gelu, tenente (pm) Carp Vlad, tenente (pm) Bosoi Sergiu, tenente (pm) Marinescu Ionuț e tenente (pm) Lateș Eduard-Cătălin erano depositato venerdì 4 marzo presso il Museo Nazionale della Marina rumena.

Il programma delle cerimonie funebri sarà il seguente:
Sabato 5 marzo, a partire dalle 12.00, si svolgerà presso il Museo Nazionale della Marina rumena una cerimonia militare in memoria dei sei eroi e saranno allestiti cortei funebri. I funerali si terranno alle 13 Bosoi Sergiu. I sei soldati saranno sepolti nel Cimitero degli Eroi a Costanza.

Sempre sabato 5 marzo, a partire dalle 12.00, il capitano (pm) Pătrașcu Gheorghe Sorin sarà sepolto a Lunca Corbului, villaggio di Pădureți, contea di Argeș.
Domenica 6 marzo, alle 11.00, il tenente comandante (pm) Niță Iosif-Costinel sarà sepolto nel cimitero militare di Ghencea III a Bucarest.

Gli otto militari sono stati promossi, post mortem, secondo l’ordinanza del ministro della Difesa nazionale, in base a quanto previsto dall’art. 68 della Legge n. 80/1995 sullo status del personale militare, con successive modifiche e completamenti e sono stati insigniti post mortem dal Presidente della Romania dell’Ordine “Virtù Aeronautiche” nel grado di Cavaliere, con il segno della pace, rispettivamente con l’Ordine ” Virtù Marittime” nel grado di Cavaliere, con il segno della pace, “per onorare la memoria di ufficiali che hanno sacrificato la loro vita con una devozione eccezionale durante l’adempimento delle missioni affidate.

Eroi che si sono indebitati nelle catastrofi dell’aviazione di mercoledì 2 marzo, sono stati insigniti dell’Emblema d’Onore dell’esercito rumeno, dell’Emblema d’Onore delle Forze Navali e dell’Emblema d’Onore dell’Aeronautica Militare, “In segno di gratitudine e apprezzamento per gli straordinari risultati ottenuti durante tutta l’attività professionale, per il coraggio dimostrato nell’affrontare i maggiori rischi e per lo spirito di sacrificio fino al sacrificio supremo”.

In questi giorni è in corso un’indagine per conoscere le cause dei due incidenti.

Previous articleAnnuncio preoccupante dell’ambasciatore Usa all’Onu “L’esercito russo si avvicina al secondo più grande impianto nucleare in Ucraina”
Next articleFrasi e immagini Buongiorno e Buona Domenica: le più belle del 6 marzo 2022