Ci sono cinque scenari che potrebbero portare alla fine della guerra in Ucraina: guerra breve, guerra lunga, conflitto europeo aperto, soluzione diplomatica o la rimozione di Vladimir Putin dal potere, secondo un’analisi della BBC ripresa da Agerpres.

“Nella tensione di una guerra, può essere difficile identificare una via d’uscita dal conflitto. In quei istanti ci sono le notizie dal campo di battaglia, le reazioni diplomatiche, l’emozione generata dal pianto delle vittime e il destino dei rifugiati. Tutti questi aspetti possono essere schiaccianti. Quindi facciamo un passo indietro per un momento e consideriamo i modi in cui il conflitto in Ucraina potrebbe finire. Quali sono i probabili scenari che i politici e gli strateghi militari stanno esaminando? Poche persone possono prevedere il futuro con precisione, ma ecco alcuni possibili risultati. La maggior parte di loro sono tristi”, dicono i giornalisti della BBC all’inizio dell’articolo.

Scenario 1. Guerra di breve durata: attacchi devastanti e indiscriminati, Zelensky assassinato o condotto in esilio

In questo scenario, la Russia sta incrementando le sue operazioni militari. Ci saranno più attacchi di artiglieria e missili indiscriminati in tutta l’Ucraina. L’aviazione russa – che finora ha avuto un ruolo minore – lancerà attacchi devastanti. Attacchi informatici massicci prenderanno di mira l’intera Ucraina, colpendo elementi chiave dell’infrastruttura nazionale.

L’alimentazione elettrica e le reti di comunicazione saranno interrotte. Decine di migliaia di civili moriranno. Nonostante la sua coraggiosa resistenza, Kiev cadrà entro pochi giorni. L’attuale governo sarà sostituito da un regime fantoccio filorusso.

Il presidente Zelenski sarà assassinato o fuggirà da Kiev nell’Ucraina occidentale o all’estero per formare un governo in esilio.

Il presidente Putin dichiara la vittoria e ritira parte delle forze armate russe, lasciando abbastanza militari per conservare il controllo. Migliaia di rifugiati continuano a fuggire in Occidente. L’Ucraina si unisce alla Bielorussia nelle file degli stati controllati da Mosca.

Scenario 2. Guerra lunga: Kiev sotto assedio come Grozny negli anni ’90

Forse è più probabile che questo conflitto si trasformi in una guerra prolungata. Forse le forze armate russe sono impantanate, afflitte da morale basso, scarsa logistica e leadership inetta.

Forse le forze russe avranno bisogno di più tempo per assicurare il controllo in città come Kiev, i cui difensori sono impegnati in combattimenti di strada. Potrebbe seguire un lungo assedio. Questo scenario corrisponderebbe alla lunga e brutale battaglia combattuta dalla Russia negli anni ’90 per catturare e in gran parte distruggere Grozny, la capitale cecena.

Ma anche dopo che le forze russe hanno una certa presenza nelle città ucraine, è probabile che trovino difficile mantenere il controllo.

La Russia potrebbe non essere in grado di inviare abbastanza truppe per coprire un territorio così vasto, e le forze difensive ucraine potrebbero portare a un’insurrezione efficace e ben motivata sostenuta dalle popolazioni locali. L’Occidente avrebbe continuato a inviare armi e munizioni. E poi, forse dopo molti anni e forse con una nuova leadership a Mosca, le forze russe si ritireranno finalmente dall’Ucraina, sconfitte e insanguinate, proprio come i loro predecessori hanno lasciato l’Afghanistan nel 1989 dopo un decennio di lotta contro gli insorti islamici.

Scenario 3. Guerra europea. Cioè la guerra con la NATO

1
2
3
Previous articleIl messaggio disperato di Garry Kasparov: “Se distrugge l’Ucraina, non possiamo fermarlo”. Le soluzioni del grande campione
Next articleParità di genere anche negli investimenti