La Banca Mondiale sospende tutti i programmi di aiuto in Russia e Bielorussia

La Banca Mondiale ha annunciato mercoledì la sospensione immediata di tutti i suoi programmi di aiuto in Russia e Bielorussia come ritorsione per l’invasione dell’Ucraina, riferisce AFP.

“A seguito dell’invasione russa dell’Ucraina e delle ostilità contro il popolo ucraino, il Gruppo della Banca Mondiale ha cessato tutti i suoi programmi in Russia e Bielorussia con effetto immediato”, ha detto l’istituzione di Washington in un comunicato.

In Bielorussia, la Banca Mondiale (BM) è impegnata in 11 progetti per un valore totale di 1,15 miliardi di dollari. In Russia, aveva in corso quattro progetti del valore di 370 milioni di dollari, secondo il sito web dell’istituzione.

D’altra parte, la Banca Mondiale ha sottolineato mercoledì nel suo comunicato stampa che non ha approvato “nessun nuovo prestito o investimento in Russia dal 2014”, cioè da quando Mosca ha annesso la penisola di Crimea, secondo Agerpres.

“Inoltre, nessun nuovo prestito è stato approvato per la Bielorussia dalla metà del 2020”, ha detto la BM.

Il presidente russo Vladimir Putin ha lanciato l’invasione dell’Ucraina la scorsa settimana, che ha scatenato l’indignazione in molti paesi. Da allora, le sanzioni economiche sono aumentate in Europa e Nord America.

Martedì, la Banca Mondiale ha annunciato che stava preparando 3 miliardi di dollari in aiuti di emergenza per l’Ucraina, di cui almeno 350 milioni potrebbero essere rilasciati questa settimana.

Anche l’altra grande istituzione di Washington, il Fondo Monetario Internazionale, sta considerando aiuti aggiuntivi per Kiev, oltre ai 2,2 miliardi di dollari che saranno rilasciati entro la fine di giugno.

Previous articleQuando esce Peaky Blinders 6 su Netflix? Uscita Italia, Trailer
Next articleAnonymous chiede false recensioni su Google di ristoranti russi per informare i cittadini dell’invasione dell’Ucraina