L’esperto ritiene che siano necessari più dati prima di decidere una quarta dose, riporta il quotidiano britannico The Daily Telegraph. Nel frattempo, Israele ha dato il via alla vaccinazione con la quarta dose e ha comunicato che le prime informazioni sul suo effetto sono incoraggianti.

Andrew Pollard, uno dei creatori del vaccino COVID di Oxford/AstraZeneca, ha avvisato che somministrare una dose di vaccino ogni semestre non è un’idea “sostenibile”.

In un’intervista al Daily Telegraph, Pollard ha insistito che “non possiamo vaccinare il pianeta ogni sei mesi”. Lo scienziato, che dirige il Comitato congiunto sulla vaccinazione e l’immunizzazione del Regno Unito, ha sottolineato la necessità di “inoculare i vulnerabili” come alternativa alla vaccinazione di tutti coloro che hanno più di 12 anni.

Pollard ha spiegato che sono ancora necessari più dati per determinare “se e quanto spesso vaccinare coloro che sono vulnerabili con dosi aggiuntive”.

L’esperto ha sollevato dubbi sulla necessità della quarta dose, dicendo che gli scienziati hanno bisogno di più dati prima di decidere in merito. Israele ha già iniziato a somministrare la quarta dose, che ora viene offerta alle persone immunocompromesse, a quelle oltre i 60 anni e agli operatori sanitari. A dicembre, il ministro della salute tedesco Karl Lauterbach ha anche detto alla ZDF che i tedeschi “avranno bisogno della quarta dose”.

Pollard, d’altra parte, si è dichiarato un ottimista, credendo che il peggio sia alle spalle e che il mondo debba ora andare avanti.

“Ad un certo punto nel futuro, la società dovrà deschidere”, ha detto. “Quando apriremo, ci sarà un periodo di maggiore infezione, quindi l’inverno non è il momento migliore”, dice lo specialista britannico.

Israele: “La quarta dose è sicura e aumenta i livelli di anticorpi”

Nel frattempo, le prime notizie sull’effetto della quarta dose sono già apparse in Israele, e le notizie finora sono positive.

“Una settimana dopo la quarta dose, ora sappiamo con un alto grado di certezza che la quarta dose è sicura”, ha detto il primo ministro Naftali Bennett al Sheba Medical Center, dove il vaccino viene somministrato in un test clinico di operatori sanitari in mezzo a un aumento a livello nazionale delle infezioni causate dalla nuova variante Omicron del virus SARS-CoV-2, riporta Reuters, citato da Agerpres.

“Un’altra informazione: una settimana dopo la somministrazione dei vaccini, vediamo un aumento di cinque volte del numero di anticorpi nel corpo di coloro che sono stati vaccinati”, ha detto il primo ministro israeliano Binyamin Netanyahu.

“Molto probabilmente, questo significa un aumento significativo della protezione fornita contro le infezioni, le ospedalizzazioni e i sintomi gravi”, aggiunge Naftali Bennett.
È necessario citare l’intero testo: Come precauzione, il capo vaccinatore del Regno Unito avverte: “Non possiamo vaccinare tutta la terra ogni mese”.

Israele ha giocato un ruolo di primo piano tra i paesi che studiano gli effetti dei vaccini COVID-19, oltre ad essere il paese con la campagna più veloce per vaccinare la sua popolazione con due dosi nel 2021 e uno dei primi paesi al mondo ad iniziare la somministrazione di dosi di richiamo.

Previous articleParamount Plus prezzo, spettacoli, prova gratuita, film e quello che devi sapere
Next articlePrevisioni sul prezzo del Polkadot: il DOT potrà raggiungere i 35 dollari entro la fine di gennaio?