Beatrice Wood: chi è la vera Rose del Titanic? Rose De Witt Bukater, Attrice, Artista e Scrittrice

Titanic di James Cameron è una storia d’amore romanzata ambientata nel tragico viaggio del 1912, ma Rose di Kate Winslet era un personaggio parzialmente basato su una persona reale: Beatrice Wood: chi è la vera Rose del Titanic? 

Beatrice Wood Biografia

Nata a San Francisco, Beatrice Wood è cresciuta a New York City e all’età di 19 anni abbandona il suo background privilegiato e si reca a Parigi, dove studia recitazione alla Comedie Francaise e disegno all’Académie Julian.

Tornata a New York, resse con una compagnia di repertorio francese dal 1914 al 1916. Durante questi anni ha fatto amicizia con membri del gruppo di artisti Dada, tra cui Marcel Duchamp.

Nel 1928 Wood si trasferì in California. La sua prima esposizione alla ceramica fu un corso di educazione per adulti alla Hollywood High School, che aveva seguito per imparare a fare una teiera e abbinare alcuni piatti di smalto brillante che aveva comprato in Olanda. Un profondo interesse per la ceramica l’ha portata a studiare con i rinomati ceramisti Otto e Gertrud Natzler.

Nel 1948 Wood si trasferì a Ojai, in California, dove ha continuato a vivere da allora, e ha iniziato a produrre le superfici di lucentezza iridescente che l’hanno resa famosa. Prima di Wood, la lucentezza era generalmente una decorazione superficiale su una forma precedentemente smaltata, ma usava lucentezza in smalto prodotta durante una singola cottura di smalto.
Sebbene Wood non abbia inventato questa tecnica, ha impartito ad essa e al mezzo ceramico una nuova espressività e teatralità.

Beatrice Wood fuggì dalla sua ricca casa e dalla sua educazione adeguata per diventare un’attrice, artista e scrittrice.
Era una giovane donna schietta e determinata che divenne nota come la “mamma di dada” a causa del suo coinvolgimento con gli artisti Dada e Marcel Duchamp.

Wood iniziò a lavorare con la ceramica nel 1933 quando prese una lezione alla Hollywood High School in California. È riconosciuta come una pioniera nella sperimentazione di smalti brillanti, che sono diventati un marchio di fabbrica della sua ceramica.

Wood aveva un insaziabile amore per la vita, il romanticismo e l’arte, e lavorava al suo volante ogni giorno fino all’età di centotre anni.

Beatrice Wood la vera Rose del Titanic Rose De Witt Bukater Rose di Titanic

Beatrice Wood è la vera Rose del Titanic?

La sua vita movimentata e lunga 105 anni sarebbe poi servita da ispirazione per il personaggio di “Rose” nel film di James Cameron del 1997, Titanic.

Ribelle, intransigente e sempre così romantica, ha vissuto la sua vita al massimo, perseguendo avidamente il suo sogno d’infanzia di diventare un’artista.

Il periodo bohémien della sua vita, tuttavia, fu solo un’introduzione alla sua vera carriera artistica. Fu solo sui quarant’anni che Beatrice Wood trovò la sua vera passione e vi impegnò il resto della sua vita.

Dopo aver terminato il suo matrimonio con l’attore e regista britannico Reginald Pole, si è trasferita a Los Angeles, in California, per essere più vicina al saggio indiano Jiddu Krishnamurti.

Sotto la sua influenza, alla fine divenne un membro per tutta la vita della Società Teosofica – Adyar.

La sua nuova carriera è iniziata inaspettatamente ed è stata più una coincidenza che un’impresa pianificata. Presumibilmente, dopo aver acquistato due piatti barocchi con uno smalto di lucentezza e non essere riuscita a trovare una teiera corrispondente per andare con loro, ha deciso di crearne uno da sola.

Si iscrisse a un corso di ceramica alla Hollywood High School e alla fine trasformò il suo hobby in una carriera di successo.

“Non ho mai avuto intenzione di diventare un vasaio”, disse in un’intervista Beatrice. “È successo molto accidentalmente… Potevo vendere ceramiche perché quando scappavo di casa ero senza soldi. E così sono diventata un vasaio”. (beatricewood.com).

Ebbe così tanto successo in quello che stava facendo, che nel 1947 fu in grado di permettersi la propria casa.
Nel 1948, si trasferì a Ojai, in California, dall’altra parte della strada rispetto a Krishnamurti, dove visse e creò arte della ceramica fino alla sua morte nel 1998.

beatrice wood beatrice wood titanic beatrice wood ceramics

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here