Chi è Antonella Steni prima moglie di Elio Pandolfi? Età, Carriera, Film, Figlio

Antonella Steni che è il nome d’arte di Antonietta Stefanini, è stata la moglie di Elio Pandolfi. Anche lei attrice nata a Montefiascone il 3 dicembre 1926, morì a Bologna il 18 gennaio 2016.

È morta a Bologna, dove si era ritirata da tempo con la sua famiglia e il suo secondo marito, il produttore Mario Smeriglio.

Era primogenita di quattro sorelle e un fratello, viveva a Roma con la famiglia. Il padre Lavinio commerciante e poeta abruzzese, la madre Ludovica Gennari, casalinga.

Ai tempi richiesta sia ai caroselli, che in radio e in televisione, si ritirò dalla scena qualche anno prima della morte trasferendosi definitivamente a Bologna.

Elio Pandolfi è sempre stato un uomo abbastanza riservato per quanto riguarda la sua vita privata: preferiva parlare del suo lavoro, del teatro o del cinema piuttosto che della vita privata: la sua compagna storica dell’interprete romano ed è stata sua compagna nel lavoro e nella vita.

Elio Pandolfi è morto ieri notte tra il 10 e l’11 ottobre 2021. A dare la notizia della sua dipartita è stata la famiglia, aveva 95 anni e si suppone che sia morto per cause naturali.

elio pandolfi antonella steni pandolfi elio elio pandolfi e antonella steni elio pandolfini morto elio pandolfini vita elio pandolfini moglie elio pandolfini figlia elio pandolfini carriera elio pandolfini film elio pandolfini tetatro elio pandolfini stanlio elio pandolfini doppiatore elio pandolfini figlio elio pandolfini moglie e figli

Antonella Steni Film e Carriera

La sua attività artistica ebbe inizio sin dall’infanzia nell’ambito del teatro leggero e del varietà, per poi spaziare anche nel cinema brillante nel quale ha interpretato ruoli diversi in film di successo.

Tra i suoi film come interprete, vanno ricordati:

  • L’ultimo capodanno (1998),
  • FRIGIDAIRE – IL FILM (1997),
  • Bisturi, la mafia bianca (1973),
  • Bastardo, vamos a matar (1971),
  • LA RAGAZZA DEL PRETE (1970),
  • PENSANDO A TE (1969),
  • Brutti di notte (1968),
  • COLPO DI SOLE (1968),
  • IL RAGAZZO CHE SORRIDE (1968),
  • L’oro del mondo (1968),
  • Addio, mamma! (1967),
  • Il tigre (1967),
  • LA NOTTE PAZZA DEL CONIGLIACCIO (1967),
  • LE 7 CINESI D’ORO (1967),
  • Nel sole (1967),
  • PEGGIO PER ME… MEGLIO PER TE (1967),
  • Due mattacchioni al Moulin Rouge (1964),
  • SCANZONATISSIMO (1963),
  • NERONE ’71 (1962),
  • OBIETTIVO RAGAZZE (1961),
  • LE SIGNORE (1960),
  • Rascel-Fifì (1956),
  • CRISPINO E LA COMARE (1938),
  • Scipione l’Africano (1937)

Con l’avvento della televisione e prima ancora alla radio, dove nel 1952 era entrata nella Compagnia del Teatro Comico Musicale di Radio Roma, ha lavorato spesso a fianco di importanti attori brillanti, soprattutto insieme all’amico Elio Pandolfi che fu lui a dare notizia della sua scomparsa nel 2016.

Negli anni ’60, al fianco dell’imitatore Alighiero Noschese, lei e Pandolfi furono con successo in riviste musicali satiriche, quali Scanzonatissimo Urgentissimo di Dino Verde.
Negli anni ’80 creò una fortunata e longeva compagnia teatrale insieme a Riccardo Garrone. 

Antonella Steni dimenticata dalla Rai

Fece scalpore la notizia che quando nel gennaio 2016 morì la Steni in Rai non ne parlarono: il 18 gennaio 2016 è morta Antonella Steni e la Rai “se l’è dimenticata” come scrive Mariano Sabatini su La Città Quotidiano:

“E’ un fiume ininterrotto sulla mia pagina pubblica Facebook e su Twitter di commenti, tra rimpianto e indignazione, per la scomparsa passata sotto silenzio da Rai e giornali dell’attrice-cantante Antonella Steni. Non una riga, non un misero speech ai Tg per la diva radiotelevisiva degli anni Cinquanta e Sessanta di tante scenette, parodie, imitazioni, scioglilingua in coppia con Elio Pandolfi: altro fenomeno, purtroppo quasi del tutto dimenticato da questa televisione dalla memoria a corrente alternata (da La Città Quotidiano Teramo del 2/2/2016, articolo di Mariano Sabatini).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here