Ray-Ban Stories Prezzo e dove trovarli: data d'uscita, opinioni, recensioni

La scorsa settimana Facebook ha rilasciato i suoi nuovi occhiali “Ray-Ban Stories“: chi li indossa può usarli per registrare e condividere immagini e brevi video, ascoltare musica e prendere chiamate.

La polemica che è subito emersa è che le persone che acquistano questi occhiali saranno presto in spazi pubblici e privati, fotografando e registrando molte altre persone e utilizzando la nuova app “View” di Facebook per ordinare e caricare quei contenuti.

Il problema con questi occhiali allora potrebbe essere in parte quello che sono, ma soprattutto quello che diventeranno, e come questo cambierà il nostro panorama sociale.

Gli occhiali di Facebook potrebbero diventare particolarmente popolari soprattutto in questi tempi di pandemia, poiché offrono un modo per registrare immagini e suoni senza dover toccare un telefono o qualsiasi altra superficie.

A prima vista, registrare con gli occhiali di Facebook potrebbe non sembrare molto diverso dallo scattare una foto o un video con uno smartphone.
Tuttavia, il modo in cui gli occhiali coprono gli occhi di chi li indossa e creano foto e video dal punto di vista di quella persona cambia ciò che tale attività significa per la società: le persone che li indossano possono essere più attratte dall’acquisizione di scene dal loro punto di vista unico che dalla partecipazione effettiva.

Inoltre, poiché più di una persona alla volta potrebbe indossare gli occhiali in un dato gruppo, questo effetto potrebbe essere amplificato e la coesione sociale potrebbe essere ulteriormente frammentata.

Ray-Ban Stories Prezzo e data di uscita

La scorsa settimana Facebook ha rilasciato i suoi nuovi occhiali “Ray-Ban Stories” da $ 299, dollari dunque, in euro i prezzi partono da 329€.

The Ray-Ban Stories è stato lanciato il 9 settembre 2021 e puoi acquistarli ora sul sito web di Ray-Ban o (presto forse) in molti negozi Luxottica.

Ray-Ban Stories Design e colori

  • Molteplici disegni, forme e colori
  • Impressionante quantità di kit stipati nel telaio Ray-Ban
  • Un po’ più pesanti dei normali occhiali da sole

Le Ray-Ban stories sono certamente carine. Sono disponibili in una varietà di design Ray-Ban:

  • Wayfarer
  • Wayfarer Large
  • Round
  • Meteor

La collaborazione del marchio di lifestyle fondato nel 1937 si estende oltre la montatura, tuttavia, con lenti chiare, da sole, transizionali.
Ci sono circa 20 modelli distinti, tutto sommato, con i vari colori (nero, verde, blu, marrone) e lenti tutte personalizzabili.

ray-ban occhiali da sole  ray-ban occhiali da vista  rayban  xray ban  occhiali ray-ban  occhiali ray ban  ray  occhiali da sole ray ban  rayban occhiali  ray ban stories ray-ban stories app Facebook View app View Facebook View

Gli occhiali vengono forniti con una custodia e per la ricarica e a sua volta si ricarica tramite una porta USB-C.

Ci vuole circa un’ora da quando sono scarichi e, se non appena finita, per utilizzarli completamente, hai circa tre ore di utilizzo.

Molte recensioni a riguardo affermano che un’ora di utilizzo leggero on / off ha scaricato la batteria degli occhiali solo di circa la metà – con un indicatore % molto utile nell’app – e dovresti essere in grado di poterli utilizzare un intero pomeriggio o un giorno intero di utilizzo da una singola carica del caso.

Il logo Ray-Ban è inciso con gusto nell’obiettivo giusto e nei lati della montatura. Il pulsante di accensione si trova all’interno dell’occhio sinistro, con l’indicatore (bianco per l’associazione, blu per “on”) all’interno della destra, quindi la maggior parte delle parti lampeggianti sono ben nascoste alla vista – a parte un indicatore rosso sulla parte anteriore per mostrare a chi ti circonda che stai registrando.

Ci sono certamente problemi di privacy qui – mentre la luce rossa e il suono di “avvio” dovrebbero avvisare quelli nelle vicinanze, gli stessi problemi di avere una fotocamera sul viso ma non sembra che sia troppo difficile deturpare l’indicatore frontale per un uso più discreto e persino meno invasivo.

ray ban stories ray-ban stories  ray-ban occhiali da sole  ray-ban occhiali da vista  rayban  xray ban  occhiali ray-ban  occhiali ray ban  ray  occhiali da sole ray ban  rayban occhiali

Avrai bisogno di uno smartphone newish: iPhone 6S e versioni successive con iOS 13 o versioni successive o un telefono con Android 8.1 o versioni successive.

Ray-Ban Stories e l’app Facebook View

L’app Facebook View è un App relativamente semplice da usare, con istruzioni chiare per l’associazione con le tue storie Ray-Ban per la prima volta.
Avrai bisogno sia dei dati sulla posizione che del Bluetooth acceso durante l’uso, il primo che consente l’importazione automatica delle acquisizioni attraverso “la rete Wi-Fi temporanea dei tuoi occhiali”, anche se tieni presente che è un’altra cosa a cui Facebook ha accesso.

Ciò che è più sconcertante è che l’app sembra essere permanentemente attiva in background, anche dopo che l’app è stata chiusa.
Questo è, ci viene detto, “per assicurarti di essere in grado di connetterti ai tuoi occhiali usando il Bluetooth anche quando usi altre app”, utilizzando i dati necessari Bluetooth, Wi-Fi e durata della batteria “necessari per utilizzare gli occhiali” ed eliminando dopo 90 giorni di archiviazione.

L’app ha una singola vista “Acquisizioni” con una scheda “Preferiti” per aiutarti a restringere le opzioni quando scegli di modificare, scaricare o condividere immagini e video.

Quando selezioni un’immagine, puoi raccoglierla, applicare alcune modifiche di base, ritagliare, applicare effetti di profondità, scaricare o condividere ad altre app.
Le immagini modificate possono essere ripristinate, il che è una funzione utile, anche se l’app non creerà una nuova immagine dopo ogni modifica, come fanno le app della galleria di alcuni telefoni.

L’app può anche migliorare automaticamente l’immagine per te, anche se è un effetto leggero e difficile da differenziare nel complesso.
Tutti gli strumenti di modifica inseriti nell’app sono piuttosto semplici, con semplici cursori di luminosità / nitidezza / saturazione / calore, e stai ottenendo molto di più del  giocare nelle app di Facebook o Instagram.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here